Iscriviti

Il gatto con due nasi abbandonato dalla madre e adottato da una donna

Siamo a Los Angeles e tutto potrebbe essere uscito dalla fantasia di qualche autore di Hollywood: in realtà il gatto con due nasi esiste ed è stato abbandonato dalla madre, ma ha trovato una casa in cui vivere.

Natura e Animali
Pubblicato il 16 aprile 2020, alle ore 21:40

Mi piace
10
0
Il gatto con due nasi abbandonato dalla madre e adottato da una donna

Siamo a Los Angeles e questa vicenda potrebbe essere uscita dalla fantasia di qualche autore di Hollywood come soggetto di un film: in realtà nella città degli angeli è davvero venuto alla luce un gatto con due nasi, un cucciolo dal pelo nero, piccolo ed estremamente tenero, che però non ha ricevuto l’amore della madre.

La gatta in questione ha abbandonato il piccolo, molto probabilmente a causa di quella evidente anomalia. La micia ha lasciato il piccolo nel giardino di un’abitazione in un quartiere residenziale losangelino, che è stato poi trovato dai residenti di quella casa, grazie allo stridulo e continuo miagolare di quella piccola creatura che cercava aiuto e che aveva bisogno di essere alimentato.

La famiglia che ha salvato il gattino ha contattato il Wrenn Rescue di Los Angeles, uno dei tanti rifugi per animali, così la volontaria Ashley Kelley è venuta in soccorso del gattino appena nato, decidendo subito di adottarlo. “Sfortunatamente è così che a volte funziona la natura. Le mamme lasciano i loro cuccioli deboli alle spalle, per concentrarsi solo su quelli sani“, spiega la donna.

Il piccolo gattino soffre di una schisi al naso, che divide le due narici come fossero indipendenti, con inoltre un piccolo foro nel palato; quindi, per evitare problemi, è stato necessario alimentare il cucciolo con un sondino: una volta nutrito a dovere, il gatto ha smesso di piangere e si è messo a dormire, finalmente sazio.

Il gattino è stato chiamato Aela, come un eroe dei videogiochi amato dalla stessa Ashley, per riconoscerne lo spirito guerriero e combattivo. Grazie anche ai suoi polmoni, molto forti, Aela è riuscito a sopravvivere e a superare i primi giorni di vita, i più difficili di un’esistenza che sarà comunque complessa ma che, grazie all’affetto di Ashley, il gattino potrà vivere intensamente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Per Aela, questo piccolo gattino, la malformazione al naso ed al palato ha rappresentato un grosso problema nei suoi primi giorni di vita, superati però brillantemente grazie anche all'affetto di Ashley, la volontaria di un rifugio per animali che si è subito presa cura di lui. Il gattino ha ancora molte prove da superare a causa di questi problemi, ma lo sconfinato amore che Ashley ha per lui sarà indubbiamente un aiuto indispensabile per poter vivere serenamente negli anni a venire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!