Iscriviti

I leoni salvati dal conflitto stanno per tornare in Sud Africa

Nella guerra russo-ucraina, il mondo degli animali soffre quanto gli esseri umani. Proprio per questo, due leoni, ora in Romania, compieranno un viaggio lunghissimo per giungere in Sud Africa ed essere finalmente liberi.

Natura e Animali
Pubblicato il 7 maggio 2022, alle ore 11:37

Mi piace
3
0
I leoni salvati dal conflitto stanno per tornare in Sud Africa

Ascolta questo articolo

Il conflitto russo-ucraino che sta ormai dominando i telegiornali e i giornali di tutto il mondo, da più di un mese, non sta risparmiando nessuno. Non solo gli esseri umani stanno cercando vie di fuga, ma anche gli animali. In questi giorni, si è visto famiglie intere con cani e gatti che cercano di andarsene dal proprio paese. Due leoni di uno zoo stanno per fare un viaggio lunghissimo tornando in Sud Africa.

A causa della guerra, i due leoni sono stati trasferiti in Romania e, da lì, in un viaggio di circa 5 mila miglia, arriveranno in Sud Africa, nella loro terra di origine dove saranno finalmente liberi. I due leoni si chiamano Mir e Simba, proprio come il protagonista del celebre cartone animato e sono attualmente detenuti presso lo zoo municipale.

Molto presto, anche in base ai permessi che saranno concessi, i due leoni arriveranno in Sud Africa dove potranno godere di tutta la libertà che gli spetta e che davvero meritano. Simba è stato salvato da Tim Locks e Jonathan Weaving, due volontari di origine britannica, da una esperienza davvero terribile. I due volontari lo hanno salvato mettendolo nel retro di un confine e portandolo oltre il confine.

I due leoni saranno trasferiti, a breve, presso il Simbonga Game Reserve and Sanctuary, gestito a sua volta da un gruppo no-profit Warriors of Wildlife, che avrà il compito di fornire, non solo i documenti, ma anche i fondi per il lungo viaggio di questi due animali. Un viaggio che ha un costo di circa 18 mila dollari pari a circa 15.500 sterline. 

Una volta avuti tutti i permessi, i leoni potranno partire. Un viaggio che sarà molto stressante per i due felini dal momento che saranno sedati. Prima sarà iniettato loro un farmaco invertitore per poter volare in condizioni di oscuramento e riscaldamento. In Sud Africa, dove giungeranno avranno 2500 metri quadrati di spazio per poter muoversi in questo ambiente ed essere in pace dalla guerra.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - La guerra sta seminando morti e disperazione, anche tra i poveri animali. Simba e Mir, questi due leoni, sono un esempio in tal senso. Loro, esattamente, come i cani e i gatti, soffrono proprio come gli esseri umani le terribili conseguenze del conflitto. Un viaggio lungo e difficile per loro, ma che significa libertà e pace da tutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!