Iscriviti

Guardie zoofile salvano un gatto bloccato sul tetto inagibile di una chiesa

Un gatto è andato all'esplorazione di una vecchia chiesa inagibile, ma si è ritrovato bloccato sul tetto pericolante. Le guardie zoofile lo hanno tratto in salvo dopo un intervento delicato.

Natura e Animali
Pubblicato il 13 marzo 2019, alle ore 11:50

Mi piace
16
0
Guardie zoofile salvano un gatto bloccato sul tetto inagibile di una chiesa

A Vigarano Mainarda, nel Ferrarese, un gatto si è avventurato in un’impresa estrema: esplorare una chiesa in rovina e pericolante, un luogo che probabilmente il felino non aveva mai visitato. La sua curiosità ha preso il sopravvento su ogni forma di ogni cautela, andando ad esplorare anche il tetto inagibile dell’ex edificio sacro. La chiesa, danneggiata per il terremoto del 2012, si è presto rivelata una trappola: il gatto rosso è rimasto incastrato e non è più riuscito a trovare modo di fuggire.

I suoi lamenti ed i miagolii hanno fortunatamente attirato l’attenzione. La proprietaria del gatto si è accorta quasi subito della scomparsa dell’animale e ha iniziato a cercarlo nei dintorni di casa; l’ha avvistato, mentre chiedeva aiuto, sul tetto di quella chiesa che mostrava tutte le crepe ed i danni subiti durante le scosse del maggio del 2012, quindi per la donna è stato impossibile intervenire da sola.

La signora ha chiamato subito il soccorso e le guardie zoofile di Ferrara sono arrivate sul posto per studiare la situazione, non semplice da districare rispetto ai molti altri interventi nei quali questi uomini e donne sono soliti operare, tra animali in difficoltà e scomparsa di cani e gatti tra campagne, boschi e vie di città.

Un uomo che possedeva un carrello elevatore ha risposto con gentilezza alla richiesta di utilizzare il suo macchinario da parte delle guardie dell’ENPA, evitando di mobilitare i Vigili del Fuoco per questa operazione. L’utilizzo del mezzo meccanico ha permesso di facilitare di molto le dinamiche di salvataggio del gatto che, grazie anche alla disponibilità del parroco, si è rivelato più agevole di quanto sembrasse in un primo intervento.

Recuperato il gatto, ringrazio tantissimo gli operatori di Enpa, persone straordinarie che si sono prestate in maniera veramente eccezionale“, ha dichiarato la proprietaria del gatto, felice di poter riabbracciare il suo amico a quattro zampe e dimostrando con le parole tutto l’apprezzamento nei confronti dei salvatori del suo caro gatto dal pelo rosso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - L'operazione di salvataggio di questo gatto sul tetto di una chiesa danneggiata pesantemente dal terremoto dell'Emilia del 2012 è stato possibile e facilitato grazie alla collaborazione di tutti: quella in primis delle guardie zoofile. Un uomo che possedeva un carrello elevatore ha risposto con gentilezza alla richiesta di utilizzare il suo macchinario da parte delle guardie dell'ENPA, evitando di mobilitare i Vigili del Fuoco per questa operazione. L'utilizzo del mezzo meccanico ha permesso di facilitare di molto le dinamiche di salvataggio del gatto che, grazie anche alla disponibilità del parroco, si è rivelato più agevole di quanto sembrasse in un primo intervento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!