Iscriviti

Gatto con malformazione torna a camminare con delle stecche speciali

Sono tantissimi i gatti che nascono con delle malformazioni e la storia del gatto Sion è un esempio. Ora, questo micio che è nato con una malformazione, riesce nuovamente a camminare con stecche speciali aspettando una famiglia che lo adotti.

Natura e Animali
Pubblicato il 5 agosto 2020, alle ore 14:11

Mi piace
6
0
Gatto con malformazione torna a camminare con delle stecche speciali

Le storie con protagonisti gli amici a quattro zampe toccano sempre il cuore commuovendo, soprattutto se l’esito è a lieto fine. Proprio come succede con gli uomini, capita che alcuni animali nascano con una malformazione a causa della quale fanno fatica a vivere una vita serena come tutti gli altri. La storia del gatto Sion è emblematica in tal senso. Procediamo con ordine e cerchiamo di capire meglio. 

Appena nato, il gatto Sion, sembrava un cucciolo come tutti gli altri, ma a cinque giorni di vita è giunto nella Terapia Intensiva dell’Arizona Humane Society dal momento che non riusciva a muovere le zampe posteriori. Sion è nato con una malformazione che è possibile risolvere, ma solo se trattata nei tempi giusti e tempestivamente. 

Le zampe posteriori del micio dovevano essere steccate, ma risultava particolarmente complicato eseguire questo trattamento considerando che nessuno dei veterinari disponeva di strumenti così piccoli adatti a lui. A quel punto, i medici non si sono arresi e hanno escogitato nuovi metodi in modo da dare a Sion la possibilità di muoversi e camminare come tutti i suoi compagni. 

Hanno usato degli abbassalingue in legno cercando di adattarli alle sue misure e, con l’ausilio di garze, bende, nastro adesivo, hanno cominciato a fasciare le sue zampe posteriori. I veterinari hanno creato delle stecche artigianali funzionali ed efficaci in modo che il gatto potesse camminare e muoversi in libertà. 

In questo momento, il gatto sta bene e si trova al rifugio Arizona Humane Society dove riceve tutte le cure necessarie come fanno sapere dal centro: «Dopo poco più di una settimana, grazie alle speciali stecche, alle cure continue e a tanto amore, Sion ha iniziato a usare normalmente le zampe posteriori ed è stato in grado di ricongiungersi ai suoi fratelli». Il gatto ha 8 settimane e, insieme ad altri gatti come lui, sta aspettando una famiglia che lo adotti. 

L’Arizona Humane Society ha già salvato e curato 1300 cuccioli orfani in questi sette mesi del 2020 e tantissimi altri sono in attesa di ricevere cure e amore da parte del personale. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Una storia a lieto fine che commuove e apre il cuore. Il gatto Sion può camminare e giocare insieme ad altri gatti del rifugio grazie all'ingegno e intelligenza di tantissimi veterinari ed esperti che si sono prodigati per dargli una vita serena. Speriamo che trovi presto una famiglia che gli dia cure e attenzioni come ogni cucciolo merita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!