Iscriviti

Fossile di un fiore di 99 milioni di anni trovato nell’ambra

Nel Sudest asiatico, precisamente nel Myanmar, l'ex Birmania, i Paleontologi hanno scoperto il fossile di un fiore all'interno di un piccolo blocco di ambra. Quello che stupisce è che il fiore ha 99 milioni di anni ed ancora più sconvolgente è il fatto che è perfettamente integro: calice, corolla e organi riproduttivi sono intatti.

Natura e Animali
Pubblicato il 16 novembre 2018, alle ore 00:28

Mi piace
15
4
Fossile di un fiore di 99 milioni di anni trovato nell’ambra

Un team di Paleontologi dell’Istituto di Geologia e Paleontologia di Nanchino dell’accademia delle Scienze Cinesi nel Myanmar, meglio conosciuto come Birmania, ha scoperto, in questa terra ricca di fossili, un piccolo blocco di ambra con all’interno un fossile del fioreLijinganthus revoluta“, risalente a ben 99 milioni di anni fa. Lijinganthus revoluta è stato chiamato così in onore della poetessa cinese Jing Li.

Questa scoperta è stata molto importante poiché Charles Darwin, naturalista britannico, ben 140 anni fa non riusciva e capire perché questa pianta fosse comparsa improvvisamente; nelle sue lettere lo definiva come “un abominevole mistero” perché riteneva impossibile che se precedentemente esistente non vi fosse alcuna traccia. Grazie a questo fossile si è potuto scoprire che questa pianta era dunque già esistente.

Gli scienziati dell’Accademia delle Scienze cinese, all’interno di questo territorio asiatico ricchissimo di fossili di Ambra, sono riusciti a trovare fossili di piante e animali preistorici, tra cui la coda piumata di dinosauro, un ragno con la coda, una chiocciola di 99 milioni di anni ed un enantiorniti, ossia un uccello.

Il fiore rinvenuto all’interno dell’ambra è conservato in uno stato perfetto, tanto che a prima vista sembrava essere intrappolato nell’ambra soltanto da qualche giorno. Il Lijinganthus revoluta è un fiore a cinque Petali (pentamero) e actinomorfo. Grazie alla sua perfetta conservazione si possono vedere nel dettaglio il calice, la corolla, gli stami e il gineceo (pistillo). Sembra quasi impossibile, ma dall’analisi del fossile è stato possibile capire che già all’epoca veniva visitato dagli insetti impollinatori.

Il fossile risale 99 milioni di anni fa ma alcuni studiosi, coordinati del professor Wang Xi, ritengono che questa pianta ha iniziato a diffondersi 125 milioni di anni fa, per poi svilupparsi maggiormente 20 milioni di anni dopo grazie all’estinzione di alcuni gruppi di piante che la danneggiavano. Tutti i dettagli di questo fossile e dei fiori in esso contenuto sono stati pubblicati sulla rivista scientifica “Scientific Reports” del circuito Nature.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Secondo me osservando questo fossile di fiore sembra di averlo vivo davanti agli occhi. Personalmente lo trovo molto simile ad alcune tipologie di orchidee. È sempre impressionante vedere come qualcosa di naturale sia riuscito a conservarsi come se il tempo non fosse passato. La natura è sempre pronta a sorprenderci, stupirci e ad insegnarci qualcosa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!