Iscriviti

Felicità: anche cani e gatti possono essere felici?

L'idea di felicità nel mondo degli animali non è poi così diversa dalla nostra. Essa sta nel poter fare quello che si desidera in totale libertà. Ecco perchè.

Natura e Animali
Pubblicato il 20 luglio 2020, alle ore 11:38

Mi piace
10
0
Felicità: anche cani e gatti possono essere felici?

Sappiamo già che gli animali sono in grado di provare emozioni e sentimenti proprio come gli esseri umani. Possono essere tristi, contenti, affamati, nostalgici. Quello che a volte ci chiediamo è se cani e gatti possano essere veramente felici. Ma cos’è esattamente la felicità? Da anni, filosofi e teologi si interrogano su questo quesito, per individuare cosa sia esattamente questo stato di profondo e totale benessere, che noi tutti conosciamo come la felicità.

Nel Settecento la felicità equivaleva al benessere provocato dal soddisfacimento delle proprie necessità e bisogni. Thomas Jefferson ad esempio, nella Dichiarazione d’Indipendenza menzionò insieme al diritto alla vita e alla libertà, anche quello alla felicità. Tutti noi infatti abbiamo il diritto di vivere bene. Questo coincide con il concetto di realizzazione di sé, si è felici infatti quando riusciamo a fare le cose che desideriamo ed abbiamo vicine le persone che amiamo.

Il concetto di felicità intesa quindi come autorealizzazione personale può essere quindi applicata ad un gatto? In primis un gatto per essere felice sicuramente ha bisogno del cibo che gli permette di nutrirsi e di vivere in salute. Ma oltre i suoi bisogni fisici hanno importanza anche quelli emotivi, come ad esempio il fatto di potersi relazionare con altri esseri viventi, muoversi ed esplorare, cacciare, correre e saltare in libertà.

Il cervello del gatto produce quindi degli ormoni che modificano il suo comportamento ed il suo stato d’animo, un po’ come succede anche a noi umani.

Di conseguenza la sua natura porta il gatto a preferire una serie di comportamenti ed azioni che gli arrecano soddisfazione e appagamento. Ed è questa la felicità, poter fare liberamente ciò che si desidera fare. Naturalmente non tutti gli animali hanno le stesse esigenze ma questo dipende anche da come sono stati cresciuti. Ci sono infatti dei gatti che amano passare le loro giornate in casa sul divano e altri che amano saltare e rincorrere i topolini, dipende da come sono stati abituati a vivere.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivana Currao

Ivana Currao - Si, io penso che gli animali abbiano delle emozioni proprio come noi essere umani e di conseguenza sono anche in grado di provare emozioni come la tristezza o la felicità. Un animale si riconosce subito quando è triste o felice, basta guardarlo negli occhi per capire che emozione sta vivendo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!