Iscriviti

Dopo la morte della Regina Elisabetta, è raddoppiato il prezzo del cane di razza Corgi

La Regina Elisabetta era profondamente legata ai suoi cani di razza Corgi. La sua morte ha fatto impennare il valore di questa razza: ecco di che cifre parliamo.

Natura e Animali
Pubblicato il 29 settembre 2022, alle ore 16:58

Mi piace
2
0
Dopo la morte della Regina Elisabetta, è raddoppiato il prezzo del cane di razza Corgi

Ascolta questo articolo

Tutto il mondo ha pianto la scomparsa della grande sovrana Elisabetta II, spentasi all’età di 96 anni dopo 70 anni di regno. I funerali celebratisi lo scorso 19 settembre presso Westminster Abbey sono stato un evento seguito in tutto il mondo, alla presenza di tutti i maggiori capi di stato.

Come noto, la sovrana è stata sempre profondamente legata ai suoi cani di razza Corgi, in tante occasioni si è fatta ritrarre in loro compagnia. Ad appena poche settimane dalla dipartita della regina, si sta registrando a tal proposito un fatto davvero bizzarro: il valore di questa razza di cani è schizzato improvvisamente. Scopriamo insieme di quanto.

La razza Corgi

Il suo legame con gli amati cani di razza Corgi, una storia d’amore lunga quasi tutta la sua vita, era diventato persino un simbolo della monarchia britannica. Questi suoi fidatissimi compagni le sono stati vicini sino all’ultimo, tanto che durante la cerimonia funebre sono stati collocati vicino alla sua bara nel Castello di Windsor.

Ad oggi, dopo poche settimane dalla data della sua triste scomparsa, lo scorso 8 settembre, il prezzo di questi simpatica razza di cani è schizzato improvvisamente.Parliamo di un cane solitamente molto vivace e intelligente che si contraddistingue per essere di taglia molto piccola, con una caratteristica testa simile ad una volpe, delle zampe molto corte e delle simpaticissime orecchie grandi.

Secondo quanto riferisce il noto quotidiano britannico Daily Mail, il prezzo di un cane Corgi è improvvisamente raddoppiato, arrivando a toccare le 2500 sterline. In realtà, l’interesse verso questa razza era già cresciuto dopo la messa in onda della prima stagione di The Crown, ma l’exploit definitivo si è avuto proprio nell’ultimo periodo. Fino a qualche anno fa si trattava di una razza a rischio estinzione; per fortuna questo pericolo è stato per ora totalmente escluso, grazie anche ad un aumento delle nascite di cani di razza Corgi passato dal 16% e del 47% dopo la seconda stagione della fortunata serie tv.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Andrea Rubino

Andrea Rubino - Dopo la morte della Regina è schizzato improvvisamente il valore dei cani di razza Corgi. In realtà, questo fenomeno si era in parte verificato già con la messa in onda della serie tv. Sicuramente fa molto piacere che sia cresciuta l'attenzione verso una razza che era persino considerata a rischio estinzione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.