Iscriviti
Palermo

Domenica 5 febbraio, a Palermo, come costruire "mangiatoie e nidi"

Il periodo invernale è faticoso per tutti gli animali, si sa. Ecco che a Palermo un gruppo di volontari della sezione Lipu organizza una mattinata insieme per costruire nidi e mangiatoie ed aiutare gli uccelli a superare il grande freddo.

Natura e Animali
Pubblicato il 4 febbraio 2017, alle ore 11:44

Mi piace
15
0
Domenica 5 febbraio, a Palermo, come costruire "mangiatoie e nidi"
Pubblicità

Il 5 febbraio, a Palermo, i volontari della sezione Lipu insieme a grandi e piccoli che aderiranno all’iniziativa, realizzeranno mangiatoie e nidi artificiali per gli amici alati. Ciascuno, poi, porterà a casa il manufatto e lo potrà appendere in un balcone o nel giardino della propria casa.

Il nido e le mangiatoie attireranno i merli, i pettirossi, le cince e tanti altri piccoli uccelli. L’occasione, un po’ unica nel suo genere, garantirà un sano divertimento a contatto con la natura in città e, allo stesso tempo, insegnerà qualcosa di nuovo sul mondo degli uccelli.

Abituarsi ad allestire e ad appendere una mangiatoia nei propri spazi domestici permetterà a molti uccelli di sopravvivere nei mesi invernali, soprattutto a latitudini elevate dove il freddo è più rigoroso. Durante l’inverno, gli uccelli come i tordi, i pettirossi, le capinere, le cince e molti altri che si cibano di insetti, non trovandone, cambiano dieta e si alimentano di bacche e frutta, che però scarseggia nei giorni di pioggia, neve e gelo. Sono questi i giorni in cui rischiano di morire di fame, giorni in cui hanno bisogno dell’attenzione dell’uomo.

Il materiale per realizzare le mangiatoie è semplice e a portata di mano, come le bottiglie e i cartoni di tetrapack, mentre per creare un appoggio si possono utilizzare semplici bastoncini o legnetti, il fil di ferro per tenere tutto unito. La colla stick, le forbici, i ritagli di vecchie riviste o foglie secche servono ad abbellire e a mimetizzare le bottiglie.

Ed infine, nelle mangiatorie è doveroso mettere il mangime: briciole di pane, di biscotti, di panettone, ma anche semi di miglio e di girasole. Anche i nidi artificiali, necessari in questa stagione, vengono realizzati con gli stessi materiali e metodi.

Per chi abita nei pressi di Palermo – e può partecipare – è atteso a Villa Trabia, domenica 05 febbraio, l’attività occuperà tutta la mattinata, dalle 09.00 alle 13.00.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Quand'ero piccola, ricordo, nei giorni di neve - allora la neve scendeva e non se ne andava prima di qualche giorno - che la mamma mi insegnava a non gettare mai le briciole, ma a portarle fuori, sopra le neve e poi di rientrare in fretta. "Se non gli diamo qualcosa da mangiare, moriranno" mi diceva. Dalla finestra poi stavo ad osservarle, quanto sarebbero resistite? In fretta arrivavano passeri e pettirossi. Che festa! Che banchetto, per loro. Che gioia, per me! Palermo è lontana, per me, ma l'iniziativa è molto bella e penso possibile a tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!