Iscriviti

Come proteggere i nostri animali dai botti di Capodanno

I botti di Capodanno sono il maggior pericolo per i nostri animali domestici. Fortunatamente però ci sono delle piccole soluzioni che possono alleviare il problema.

Natura e Animali
Pubblicato il 31 dicembre 2018, alle ore 16:36

Mi piace
7
0
Come proteggere i nostri animali dai botti di Capodanno

Secondo l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (Aidaa), sono almeno 25.000 gli animali che muoiono a causa degli spari, dei fuochi d’artificio e dei botti di Capodanno. I più sensibili sono cani e gatti, poiché hanno l’udito molto più sviluppato di quello degli uomini e i forti rumori li gettano nel panico, inducendoli a reazioni spontanee come gettarsi nel vuoto o fuggire. Per la paura tanti animali si perdono per le strade, restando vittime di incidenti stradali a causa della perdita del senso dell’orientamento.

A causa di ciò, in questi giorni, per prepararsi al meglio al Capodanno 2019, basta seguire alcuni semplici consigli per ridurre il pericolo al minimo. Secondo Sergio Bottino, coordinatore dei servizi extra-veterinari di Ca’ Zampa, il primo desiderio degli animali è quello di cercare un luogo in cui rintanarsi, aspettando che le cose ritornino alla normalità. Bisogna fare in modo di far capire al nostro amico a quattro zampe che quella che per lui è una sorta di aggressione acustica è solo un evento momentaneo, che si esaurirà a breve; l’animale deve essere in grado di riconoscere l’evento per poterlo affrontare e superare senza troppi traumi.

Spiega ancora Bottino: “In questa fase il proprietario dovrà tenere il cane in sicurezza, dargli modo di raggomitolarsi nella sua cuccia o tenerlo al guinzaglio vicino a lui”. Il coordinatore dei servizi extra-veterinari di Ca’ Zampa consiglia anche di non dargli nessun premio, poiché l’animale deve trovare dentro di sè la forza di superare il problema da solo, capendo che il proprietario è tranquillo. Infatti, se si aggiungesse la nostra paura il nostro cucciolo si troverebbe molto più in difficoltà. Oltre a questo, c’è anche una guida generale per i cani e per i gatti.

Consigli generali per i proprietari di cani e gatti

Per quanto riguarda i cani, i proprietari non devono mostrarsi troppo protettivi o agitati, in quanto alimenterebbero le loro innate paure. Sarebbe opportuno tenerli in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori. Buona pratica sarebbe quella di minimizzare l’impatto dei botti accendendo la musica o altre fonti sonore. Non bisogna tenerli legati alla catena poichè potrebbero strozzarsi mentre sono in preda al panico. Assicurarsi che siano facilmente rintracciabili, tramite microchip, tatuaggio e medaglietta, e in caso di allontanamento allertare subito le forze dell’ordine.

Per quanto concerne i gatti, invece, non bisogna guardarli negli occhi, poichè potrebbero diventare aggressivi e sarebbe opportuno, inoltre, manifestare indifferenza accendendo la musica o la tv. Non bisogna lasciarli soli in giardino ed in balcone in quanto potrebbero farsi male, scappare o buttarsi di sotto e sarebbe buona norma preparargli un rifugio alternativo. Volendo, si potrebbe anche chiedere al veterinario di fiducia un blando sedativo per tranquillizzarli. Anche in questo caso assicurarsi per tempo che siano identificabili per microchip o tatuaggio ed eventualmente segnalarne subito la scomparsa alle forze dell’ordine, previa ricerca in zona per accertarsi che non si sia nascosto poco distante da casa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Tra poche ore arriva Capodanno e bisogna essere pronti per difendere, nel miglior modo possibile, i nostri cani e gatti domestici. Purtroppo per i nostri amici pelosi la situazione è grave, ma non possiamo fare granché per evitarlo. Questi consigli possono aiutare noi e i nostri animali, nel tentativo di ridurre al minimo i traumi causati dai botti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!