Iscriviti

Cina: nelle Pet Mystery Box migliaia di animali morti

In Cina sono stati trovati migliaia di cuccioli di cane, gatto e tartaruga morti nelle Pet Mystery Box: nuova tendenza di mercato che sembra dare dipendenza al pari del gioco d'azzardo.

Natura e Animali
Pubblicato il 4 giugno 2021, alle ore 12:10

Mi piace
7
0
Cina: nelle Pet Mystery Box migliaia di animali morti

Si chiamano Mystery Box e sono delle “Scatole Misteriose” che stanno spopolando in Cina: lo scopo è acquistare una di queste confezioni, scegliendo la categoria ed il prezzo, senza sapere cosa si troverà al suo interno. Il destino, il fato, la sorte, o come si vuole chiamare quello che deciderà il contenuto della scatola starebbe avendo sempre più successo, arrivando a creare una vera e propria dipendenza, proprio come accade con i giochi d’azzardo. Inoltre, tramite questa specie di lotteria, la Cina riuscirebbe ad aggirare il divieto di commercio di animali vivi: nelle categorie di “premi“, infatti, è possibile trovare anche quella dei cuccioli di cane, gatto, tartarughe e molti altri animali.

A causa delle condizioni difficili in cui versano questi cuccioli, però, spesso essi non sopravvivono, giungendo morti a destinazione. Lo scorso 3 maggio, Love Home, un’associazione che si cura dei diritti degli animali, avrebbe rintracciato un camion a Chengdu, sopra il quale ci sarebbero state 156 Pet Mystery Box contenenti cani e gatti di poche settimane e, alcuni di essi, risultavano già morti a causa delle pessime condizioni di trasporto. Gli animali, infatti, vengono spostati da un luogo all’altro chiusi in scatole senza aria, cibo ed acqua. Le immagini diffuse dall’associazione avrebbero scandalizzato gli utenti dei social media cinesi, i quali starebbero organizzando una rivolta contro l’utilizzo delle Pet Mystery Box.

I primi a creare le scatole misteriose sarebbero stati marchi come Starbucks, Sephora e Converse, utilizzando lo slogan “Tutto può essere messo in una scatola misteriosa“; e non ci sarebbe niente di illegale se alcuni rivenditori non avessero sfruttato questo punto cieco, decidendo di consegnare animali vivi agli acquirenti cinesi. Stando ai numeri riportati dalla Cnn Business, sarebbe stata proprio la possibilità di scegliere un cucciolo come contenuto, a rendere le Mystery Box un grandissimo business: il China Daily, inoltre, ipotizzerebbe che il valore di tale industria potrebbe aggirarsi intorno ai 30 miliardi di yen, pari a quasi 4 miliardi di euro. 

I prezzi partirebbero da 32 yuan, poco più di 4 euro, ma Cnn Business avrebbe evidenziato che sulla piattaforma di shopping online cinese Pinduoduo, comparivano Mystery Box “fresche, piccole e carinecontenenti un cane casuale tra quelli disponibili ad un costo di 599 yuan, pari a 77 euro. Nelle immagini d’accompagnamento all’oggetto in vendita comparivano fotografie di Chihuahua, Shiba Inu e Shitzu.

Love Home, inoltre, avrebbe affermato che nel settembre 2020 avrebbero trovato almeno 5.000 animali morti in una stazione logistica della provincia di Henan. “I venditori di solito smettono di fornire cibo e acqua un giorno prima della partenza, per limitare gli escrementi“, avrebbe dichiarato l’associazione tramite il proprio profilo social. Al seguito di tali affermazioni, la società di consegne Zto, già quotata ad Hong Kong, si sarebbe scusata per la cattiva condotta dell’organizzazione, aggiungendo che la struttura presente a Chengdu è stata chiusa e sta collaborando alle indagini insieme alla polizia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - Il pensiero che possa esistere un commercio così inflazionato, a scapito di poveri cuccioli di varie specie di animali, sembra assurdo, ma è una triste realtà. Personalmente dubito che le misure prese dall'azienda Zto siano sufficienti ad eliminare il problema generato dalle Pet Mystery Box, ma potrebbe essere comunque un buon punto di partenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!