Iscriviti

Cina: cucciolo di scimmia costretto a fumare una sigaretta per un video contro il fumo, polemica verso lo zoo

È polemica in Cina, dove un cucciolo di scimmia dello zoo Hengshui Wildlife Park è stato obbligato a fumare una sigaretta in un video realizzato per una presunta campagna contro il fumo.

Natura e Animali
Pubblicato il 7 novembre 2021, alle ore 12:26

Mi piace
2
0
Cina: cucciolo di scimmia costretto a fumare una sigaretta per un video contro il fumo, polemica verso lo zoo

È polemica in Cina, dove uno zoo ha obbligato un cucciolo di scimmia a fumare una sigaretta riprendendolo in video per una campagna di salute pubblica contro il fumo. La struttura colpevole dell’abuso nei confronti dell’animale è il Hengshui Wildlife Park, che ha pubblicato negli scorsi giorni sui social media il video incriminato intitolato “Banjin fuma a Hengshui“.

Nel filmato si vede il primate vestito con una felpa e pantaloni color viola seduto su di una piccola panchina di legno con le zampe incrociate. Tra le sue labbra una sigaretta accesa, che il cucciolo succhia per diversi secondi, poi una donna, non mostrata dalla telecamera, gli toglie la sigaretta di bocca e sgrida l’animale, dicendogli che il fumo fa male.

Il povero animale, il cui nome è Banjin, non appena la sigaretta viene rimossa dalla sua bocca inizia a sfregarsi gli occhi, scuotere la testa e toccarsi la bocca e la lingua, dopodiché chiaramente disorientato cade all’indietro e viene ricoperto da due teli bianchi dalla donna.  I responsabili dello zoo, davanti alle polemiche generate dal filmato, hanno sostenuto che il video è stato girato per aumentare la consapevolezza del pubblico contro il vizio del fumo

Hanno inoltre aggiunto che presso la loro struttura le scimmie in cattività solitamente non fumano. Mentre l’amministrazione si è rifiutata di commentare ufficialmente la vicenda ed ha prontamente cancellato il video dagli account ufficiali dello zoo, gli utenti dei social media cinesi hanno attaccato il parco naturale, definendo il video crudele.

È caduto all’indietro come se fosse in preda alle vertigini e sul punto di stare male“, ha commentato un utente preoccupato per la salute del cucciolo, mentre un altro utente ha aggiunto che “Uno zoo dovrebbe sapere di non fare cose del genere. Dovrebbero avere a cuore la salute degli animali“. Diversi studi scientifici hanno confermato che gli animali esposti al fumo di sigaretta hanno un rischio più alto di contrarre malattie come polmonite,  problemi agli occhi, malattie cardiache e cancro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Povero cucciolo, incredibile pensare che un posto che dovrebbe avere un minimo a cuore la salute degli animali faccia questo. D'altro canto agli zoo non interessa davvero la salute degli animali, altrimenti li lascerebbero liberi, a loro interessa solo esporli mantenendoli in cattività in recinzioni inadeguate alle loro esigenze per profitto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!