Iscriviti

Cina: colora il cane di rosso per sfoggiarlo sul web

Il proprietario di un cucciolo di Golden Retriver ha tinto il pelo dell'animale di rosso per sfoggiarlo sul web. Succede in Cina, dove non ci sono leggi che proteggono gli animali domestici.

Natura e Animali
Pubblicato il 15 ottobre 2022, alle ore 22:03

Mi piace
3
0
Cina: colora il cane di rosso per sfoggiarlo sul web

Ascolta questo articolo

In Cina il proprietario di un cane ha deciso di tingere di rosso il suo cucciolo per sfoggiarlo sui social media, creando scalpore con diversi utenti che nei commenti hanno espresso preoccupazione per la salute dell’animale, allarmati del fatto che la tinta potesse fargli del male. 

L’uomo di Guangzhou, nella provincia del Guangdong nel sud del paese, ha pubblicato non solo le immagini che sfoggiano il “nuovo look” dell’animale, ma anche diversi filmati della procedura di tintura e del successivo risultato.

Un video, pubblicato dallo stesso proprietario, mostra l’uomo che tiene in braccio il cucciolo di Golden Retriver e lo fa voltare verso la telecamera. Vicino agli occhi, naso e muso del povero animale si possono vedere ancora ciuffi di pelo della colorazione originale, mentre il resto del suo mantello è di un vivace rosso rosato.

In un’altra clip, sembra che anche un paio di sopraccigli neri siano stati dipinti sul muso dell’animale, mentre si sente il cameraman che ride nell’audio del video. Infine, il cucciolo viene trascinato lungo il pavimento per mostrare l’intera portata della sua trasformazione.

Alcuni utenti di Internet hanno espresso preoccupazione sul fatto che la tintura per capelli umani usata dal proprietario dell’animale domestico potesse danneggiare il cane. Il proprietario però si è difeso, affermando di aver parlato con un veterinario, che gli avrebbe assicurato che la tintura non avrebbe fatto del male al suo animale domestico.

Un commentatore ha scritto: “Va bene, tutti i cani in un raggio di 10 miglia stanno venendo a ridere di lui”. Un altro utente  ha chiesto: “Quanto tempo ci vuole perché questo svanisca?” E un altro ha osservato: “Questo è il cane più alla moda su Internet“. La Cina non ha una legislazione sulla protezione degli animali, con una sola legge nazionale che fornisce misure di protezione per alcuni animali selvatici.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Povero animale, al diavolo quello che gli ha detto il sedicente veterinario, sicuramente la tinta per umani non gli fa bene. Già è pericolosa per gli umani, possono esserci reazioni allergiche o peggio, figuriamoci per un essere la cui pelle è completamente diversa dalla nostra. Peccato che in Cina non ci siano leggi per tutelare gli animali, ma d'altronde non tutelano neanche gli umani, cosa ci si può aspettare?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.