Iscriviti

Cibo del futuro: tra qualche anno mangeremo anche le meduse

Le meduse sono un cibo ricco di proteine, antiossisanti e sali minerali, in poche parole l'alimento perfetto per una dieta sana e bilanciata. Per questo pare che tra non molto arriveranno sulle nostre tavole.

Natura e Animali
Pubblicato il 19 agosto 2019, alle ore 12:03

Mi piace
9
0
Cibo del futuro: tra qualche anno mangeremo anche le meduse

Sembra impensabile che le meduse siano il cibo del futuro: le abbiamo sempre conosciute come quegli esseri fastidiosi che rovinano una tranquilla nuotata in mare. Eppure sembra essere così, le meduse sono una fonte di proteine a basso contenuto di grassi, contengono gli aminoacidi essenziali per la nostra alimentazione, sono ricche di sali minerali e antiossisanti, come il pesce contengono omega-3 e omega-6 e, per completare al meglio il quadro, pare potrebbero avere anche proprietà anti-tumorali.

La vendita di questi animali plantonici, già largamente diffusa nei paesi asiatici, è per ora vietata in Italia e ribadisco “per ora”. Con la nuova normativa europea sui novel food (nuovi alimenti), non sembra così improbabile che tra poco troveremo le prime specie di meduse in negozi specializzati e, con il tempo, nei supermercati e nelle nostre dispense.

Una domanda sorge spontanea conoscendo questi cnidari per la loro azione urticante: sono tutte commestibili o alcuni tipi sono velenosi? La risposta non è banale. Le meduse sono gli organismi forse più esposti all’inquinamento delle microplastiche, per cui ci vorranno ancora numerosi studi per capire quali specie sono più indicate per essere consumate dagli esseri umani.

Nei paesi orientali le meduse sono sottoposte a lunghi processi di disidratazione, utilizzando il sale d’allume, prima di essere immesse in commercio. In Italia, così come in Europa il sale d’allume è soggetto a rigidi controlli.

Perciò, tolti i pregiudizi e i dubbi iniziali, la domanda è sempre la stessa: Siamo pronti a mangiare le meduse? Tu sei pronto? Non si tratta certo del primo Novel Food. Negli ultimi anni sentiamo parlare di omologarci ai paesi orientali e iniziare a mangiare insetti come cavallette e locuste e, in effetti, in alcuni paesi europei è stato avviato questo esperimento. Da tempo diversi tipi di insetti vengono venduti interi o sottoforma di farine, hamburger o salse in Olanda, Belgio, Svizzera, Francia e Germania. Sono questi i paesi dove è partito il programma di sperimentazione alimentare sostenuto dall’Europa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sara Zompa

Sara Zompa - Sicuramente lo scoglio più grande da superare per cibarsi di questi novel food è lo scetticismo: abbiamo molti pregiudizi su alcuni tipi di alimenti ma sento che lentamente li stiamo abbattendo. Basti pensare al sushi: era impensabile anche solo a fino vent'anni fa di mangiare pesce crudo e alghe insieme al riso ma, dopo averlo scoperto, non ci si può più fare a meno. Non è detto che ciò non possa capitare anche con altri cibi tipici di altri Paesi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!