Iscriviti

Cani e vacanze, le dritte per vivere le ferie in armonia con i propri animali

Dal viaggio al soggiorno, è importante conoscere come trascorrere le vacanze con il proprio cane: ecco le dritte per qualche giorno di relax da concedere anche al nostro animale da compagnia.

Natura e Animali
Pubblicato il 1 luglio 2020, alle ore 16:26

Mi piace
12
0
Cani e vacanze, le dritte per vivere le ferie in armonia con i propri animali

La cinofila della provincia di Padova Laura Lubian ci aiuta a capire quali sono le dritte da seguire per trascorrere un momento di vero relax nelle vacanze da trascorrere anche con il proprio cane; questi consigli sono utili soprattutto per concedere al nostro amico animale un autentico riposo. Primo fra tutti i pensieri da rimuovere è quello che prevede che la vacanza di riposo per noi lo sia anche per il cane: molti momenti, dal viaggio alla vita nella struttura ricettiva, possono costituire momenti di forte stress per il quattrozampe.

Il cane può subire molto di più il viaggio in auto di quello in aereo: curve e frenate possono rappresenatre momenti di ansia per il cane, specie se non abituato al trasporto in automobile; che siano anche treni o navi i mezzi utilizzati, in ogni caso il trasportino è la migliore comodità che il cane possa conoscere nei lunghi tragitti e sarà più contento se ad accomodarlo nella gabbietta sarà il proprietario, poichè si sentirà così al sicuro.

Il luogo in cui si arriva potrebbe non risultare, specie nei primi momenti, gradito al nostro cane: è sufficiente trovare un’area verde e tranquilla per portarlo a passeggiare e tornare a muoversi dopo il viaggio, quindi piano piano abituarlo ai luoghi più affollati, nei quali il cane va condotto sempre al guinzaglio, come prima norma di sicurezza e di rispetto verso gli altri.

Se si frequentano luoghi caldi, come le spiagge assolate, il cane potrebbe trovarsi in forte disagio: dove le strutture ricettive lo consentono, è meglio lasciare il nostro amico animale a riposo in camera piuttosto che fargli patire ore al sole, con rischi per la sua salute. Nelle città e nelle metropoli, meglio cercare parchi e aree verdi dove, almeno una volta al giorno, far riposare il quattrozampe, mentre in montagna è sconsigliato cimentarsi in gite impegnative, a meno che il cane non sia già pronto ed allenato.

Nel caso invece ci sia necessità di lasciare il cane in una delle numerose pensioni per animali, è consigliabile far frequentare la struttura al cucciolo con brevi visite precedenti il viaggio, di modo che il cane possa conoscere le persone, l’ambiente e gli ospiti fissi del luogo. Al momento in cui il nostro amico viene lasciato nella pensione, bisogna lasciare tutti i contatti telefonici possibili per eventuali emergenze, come una lista sulle allergie e sugli eventi e comportamenti che di solito non sono graditi al compagno animale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - È fondamentale che il viaggio, momento di riposo per noi umani, lo sia anche per il nostro cane. I consigli offerti dalla cinofila Laura Lubian sono da seguire con molta attenzione e rigore, perché evitano in primo luogo al quattrozampe lo stress e la paura e, successivamente, anche problemi fisici come la disidratazione e qualunque altra conseguenza data dall'impatto del tragitto e della disabitudine al nuovo soggiorno. Diamo modo al nostro amico a quattro zampe di trascorrere giorni sereni, così come lo saranno per noi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!