Iscriviti

Cane torturato in Libano ora vive senza occhi e senza un orecchio in Gran Bretagna

In Libano un cane è stato torturato, privato di un orecchio e di entrambi gli occhi, ma ha anche avuto la fortuna di trovare una nuova vita in Gran Bretagna.

Natura e Animali
Pubblicato il 23 marzo 2019, alle ore 02:29

Mi piace
16
0
Cane torturato in Libano ora vive senza occhi e senza un orecchio in Gran Bretagna

Una cagnolina, nello scenario sempre in bilico tra la pace e la guerra del Libano, ha subito torture pesantissime ed ha passato momenti terribili sotto i colpi di una o più persone che l’hanno usata come bersaglio, utilizzando delle armi da fuoco, probabilmente dei fucili. Ben diciassette pallettoni sono stati rinvenuti nelle parti superficiali e profonde del proprio corpo.

Come se questo non fosse abbastanza, gli aguzzini le hanno anche tagliato una delle sue grandi orecchie, che spiccano dritte sopra la sua testa, ed hanno mirato agli occhi, lasciando cieca la povera creatura ed in condizioni pietose. Solo dopo aver infierito così profondamente sul povero animale, questa gente ignobile è andata via e ha lasciato sola la quattrozampe.

Legata ad una casa di legno con una catena, è stata ritrovata da alcune persone che hanno segnalato la sua presenza ad alcuni membri di associazioni animaliste operanti in Libano, in particolare Wild at Heart Foundation, che si è anche incaricata di prestarle tutte le cure possibili per poi metterla in adozione, chiamandola Maggie.

Kasey Carlin, una 25enne inglese, ha scoperto la sua storia su Internet, dove su Instagram Maggie ha più di 30mila followers. La ragazza britannica si è adoperata in tutti i modi per adottarla, anche se sapeva che le lunghe pratiche burocratiche ed altre famiglie pretendenti le avrebbero conteso quella sfortunata creatura di cui si era follemente innamorata.

La perseveranza ha permesso a Kasey di riuscire a portare a casa sua Maggie, in Gran Bretagna. Quindi la cagnolina è stata sottoposta a cure ancora più specifiche e, dopo i trattamenti ed un periodo di riabilitazione, a Maggie è stato affidato un compito speciale, ovvero quello di diventare un cane da terapia nelle corsie degli ospedali.

Maggie ha preso confidenza in questo periodo con l’ambiente di campagna britannico, i prati ed i boschi, va all’Università del Sussex per fare pratica di dog therapy con gli studenti e passa giornate a farsi coccolare dalle persone anziane. La vita di Maggie è cambiata in meglio grazie anche all’affetto della sua proprietaria, Kasey, che è molto orgogliosa della sua speciale cagnolina.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Dalla tortura nelle zone sempre sul filo tra guerra e pace del Libano a cane da terapia in Gran Bretagna: la favola di Maggie è giunta a lieto fine, passando prima per orchi senza cuore e morale che l'hanno maltrattata fino allo stremo. Fortunatamente poi ha conosciuto persone che l'hanno aiutata, soprattutto la sua attuale proprietaria, Kasey, che si è spesa per mesi per portarla in Gran Bretagna e quindi le ha donato un presente felice tra le corsie degli ospedali, tra le persone anziane che trovano un sorriso con la sua presenza.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

24 marzo 2019 - 13:44:47

Dovrebbero mozzare la mani a chi gli ha fatto una cosa del genere.

0
Rispondi