Iscriviti
Napoli

Cane preso a bastonate nel Napoletano, denunciato un pensionato

Nella zona di Napoli, un cane randagio è stato preso a bastonate da un pensionato, che gli ha provocato gravi ferite. Il quattrozampe è ora sotto le cure dei veterinari per tornare in forma.

Natura e Animali
Pubblicato il 2 agosto 2019, alle ore 18:25

Mi piace
14
0
Cane preso a bastonate nel Napoletano, denunciato un pensionato

Un uomo, un pensionato di 73 anni in quel di Melito, in provincia di Napoli, ha preso a bastonate un cane randagio. Il fatto è avvenuto sotto gli occhi dei passanti e dei vicini di casa. Tutti conoscevano quel randagio dal pelo nero, era amico di molte persone di quella zona del paese, e fra tutti veniva chiamato Pocho, nonostante non avesse una fissa dimora.

Il pensionato, evidentemente, non la pensava così su quel quattrozampe, e non sopportava il continuo peregrinare del cane nei pressi della sua abitazione. Così l’uomo, pieno di rabbia, è passato al contrattacco con le maniere forti per liberarsi di quel “fastidio” e per evitare di incrociare ancoras quel pacifico cane che era molto piacevole per molte altre persone.

Preso un grosso bastone, il pensionato 73enne ha cominciato a percuotere il corpo del quattrozampe con una violenza spaventosa, mentre in molti assistevano all’episodio. L’uomo ha continuato a bastonare il cane finché non ha perso conoscenza ed ha iniziato a trascinarlo. Le foto ed i video hanno subito messo l’uomo di fronte alle proprie responsabilità e diversi testimoni hanno chiamato i carabinieri.

Mentre la gente si avvicinava al corpo esanime del cane per soccorrerlo, molti altri hanno tentato di rivalersi sul pensionato, che ha rischiato il linciaggio, finché non è giunta una pattuglia dei Carabinieri che ha riportato la situazione della normalità, accompagnato l’uomo in caserma e chiamato i soccorsi veterinari per cercare di salvare la vita a Pocho, inerme in una pozza di sangue.

Mentre l’uomo rischia l’incriminazione per maltrattementi sugli animali, Pocho è in fin di vita, sotto le cure dell’ASL veterinaria di Marano, con un trauma cranico e lesioni alla colonna vertebrale. L’assessore di Melito, Carmen Grazioso, racconta come si comporterà l’amministrazione dopo questo fatto: Appena appresa la notizia mi sono recata dai carabinieri, che ringrazio per il tempestivo intervento, ogni minuto è stato vitale per Pocho, e ho chiamato L’ASL, per accertarmi sulle condizioni del cane, sono indignata per l’accaduto, si tratta di un caso isolato, tuttavia si continuerà a sensibilizzare quella parte di popolazione poco incline al rispetto degli animali”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - E' un orrore questo fatto, una -ormai- probabile uccisione di un cane compiuta a sangue freddo, con una violenza inaudita. Un personaggio del genere deve pagare per quello che ha fatto, Pocho era un cane simpatico ed amico di molte persone di Melito, nonostante fosse un randagio e vivesse per strada. Pocho mancherà a molti, era stato sempre pacifico e questo essere bruto che lo ha colpito a morte non deve avere sconti da parte della giustizia.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

02 agosto 2019 - 18:28:54

"Uomini" così di merda meriterebbero di essere trattati nella stessa maniera... a bastonate sui denti! Vigliacco ominide!!

0
Rispondi