Iscriviti

Cane disperso per 5 giorni, recuperato sul monte Raut

Un setter si è ritrovato in grande difficoltà sul monte Raut, una vetta in provincia di Pordenone. Il cane è rimasto solo e disperso per cinque giorni fino all'arrivo dei soccorsi, che lo hanno salvato.

Natura e Animali
Pubblicato il 5 febbraio 2020, alle ore 11:06

Mi piace
18
0
Cane disperso per 5 giorni, recuperato sul monte Raut

Un setter, la settimana scorsa, si è perso sul monte Raut, una vetta in provincia di Pordenone. Il cane partecipava con il suo proprietario ad una battuta di caccia sui fianchi della montagna e ad un certo punto si è allontanato, senza fare più ritorno sul luogo. L’uomo ha provato a cercare il setter nei dintorni senza trovarlo ed è stato costretto a tornare indietro da solo.

Il cane, allontanatosi da un’area prevalentemente boschiva, si è portato su una parte più accidentata della montagna ed è caduto con ogni probabilità da una parete verticale: per sua fortuna, con l’aiuto della vegetazione e di un’altezza non particolarmente spaventosa, la scivolata non gli ha provocato particolari danni, pur rimanendo bloccato in quel punto.

Il cane, dal pelo bianco, non si è più mosso da quella piccola area su cui poteva spostarsi ed è rimasto in attesa di qualcuno che venisse a prenderlo. Il suo folto pelo bianco lo avrebbe potuto aiutare nello spiccare contro i colori della roccia e delle piante del luogo, ma non era quella l’unica possibilità che esso aveva a disposizione per farsi trovare.

Al collo, infatti, il cane aveva un campanaccio che gli era stato sistemato dal suo proprietario e con quello poteva farsi anche udire con i tintinni che echeggiavano lungo le pareti verticali. L’uomo è andato alla ricerca del suo amico a quattro zampe più volte nei giorni successivi, anche con l’aiuto dei soccorritori della squadra Saf di Pordenone e dei Vigili del Fuoco di Maniago, che sono intervenuti a più riprese nelle fasi notturne delle perlustrazioni.

Dopo ben cinque giorni, con l’aiuto delle luci fotoelettriche, il proprietario ha udito anche lo scampanellio che proveniva dal collo del suo cane e così è stato ritrovato; i vigili del fuoco sono stati fondamentali per recuperare il cane da quel piccolo piano che lo isolava dal resto del mondo, successivamente ha potuto abbracciare il suo caro amico; visitato, a parte molta stanchezza, il cane è risultato in buone condizioni di salute.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La fortuna e la buona costituzione di questo setter sono state decisive per ritrovarlo in vita; cinque giorni trascorsi su un piccolo ripiano tra ripide pareti rocciose hanno stancato il fisico del cane, senza però minarne la salute. Il suo proprietario ha provato di tutto per ritrovare il suo amico, prima da solo, in seguito con l'aiuto di squadre di soccorso. Fortunatamente tutto si è concluso con un lieto finale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!