Iscriviti

Cacciatore uccide un cane da terapia confondendolo con un lupo

Uno sfortunato episodio si è verificato nella British Columbia, in territorio canadese: un cacciatore ha scambiato un cane da terapia per un lupo e lo ha ucciso a colpi di fucile.

Natura e Animali
Pubblicato il 23 settembre 2017, alle ore 15:34

Mi piace
21
0
Cacciatore uccide un cane da terapia confondendolo con un lupo
Pubblicità

Un cane da terapia di nome Karou, di razza Finnish che era addestrato per aiutare i bambini in difficoltà, ha fatto purtroppo per lui e per la comunità locale una brutta fine, sfortunata e sventurata, trovando una morte indegna per un animale che ha dato tanta alle persone che gli sono state vicino nel corso del tempo.

I fatti sono avvenuti in British Columbia, uno dei grandi stati del Canada. Va premesso che la fine di Karou è stata fortuita e non voluta dal suo carnefice, in quanto c’è una legge in questo stato che permette di cacciare i lupi, legge che manca ad esempio in Italia e di cui si sta discutendo a lungo in questo periodo nel nostro Paese. In pratica sono state una serie di coincidenze sfortunate a decretare la fine di Karou.

La proprietaria di Karou stava praticando con il cane una passeggiata nei boschi ed il Finnish era libero di scorrazzare all’interno dell’appezzamento boschivo che pareva molto sicuro, quando all’improvviso è esploso un colpo di fucile che ha freddato il povero Karou, stramazzato a terra per l’orrore della sua padrona, che si trovava qualche metro più avanti.

Karou ha pagato il fatto di essere del tutto simile nell’aspetto fisico ad un lupo, circostanza che il cacciatore – che si trovava a decine di metri di distanza – non poteva comprendere: d’altronde, per il povero cane deceduto, la somiglianza con un lupo è spiccata e, proprio per questo motivo, l’uomo potrebbe non essere indagato, in quanto la caccia ai lupi è permessa ed è più che probabile che venga accolto il fatto che l’animale fosse indistinguibile da un lupo.

cane-da-terapia-ucciso-da-cacciatore

La sua padrona, la signora Valley, si dice affranta ed esplicita il suo dolore: “Non ho mai pianto tanto in vita mia, non riuscivo a respirare. Il dolore che sento non dovrebbe essere mai sentito da nessuno e, successivamente, appunta: “Il cacciatore ha ucciso il mio cane, quale umano può sparare ad un animale così bello e ucciderlo?”.
Come darle torto?

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il povero Karou, di razza Finnish, ha fatto una brutta fine; una coincidenza sfortunata, quella di somigliare ad un lupo, la passeggiata in un bosco e la presenza di un cacciatore - ha decretato la sua ingiusta morte. Da una parte comprendo la costernazione e il dolore provato dalla signora Valley, la sua padrona, ma dall'altra parte non me la sento di gettare molte responsabilità sul cacciatore, convinto di cacciare un lupo, al quale Karou assomigliava molto: credo nella buona fede del cacciatore, purtroppo Karou è stato molto sfortunato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!