Iscriviti

Brasile, turisti attaccati dai piranha

Un boom di segnalazioni arriva dal Brasile, dove decine di bagnanti sarebbero stati morsi dai piranha. Un evento così pericoloso non si registrava dal 1998.

Natura e Animali
Pubblicato il 6 gennaio 2020, alle ore 21:16

Mi piace
9
0
Brasile, turisti attaccati dai piranha

L’inaspettata ed inquietante notizia arriva dal telegiornale della Rede Globo: lo stesso avrebbe reso noto come gli attacchi da parte dei piranha, nelle spiagge fluviali dell’entroterra degli Stati Brasiliani di San Paolo e Paranà, si sarebbero moltiplicati negli ultimi periodi. Infatti, dal novembre 2019, diversi bagnanti, sarebbero stati morsi da questi pesci carnivori; dal 1998 non si registravano numeri del genere.

Il problema, però, non sembra affatto arginato: solo negli ultimi giorni, oltre 30 persone, avrebbero richiesto assistenza medica a seguito dagli attacchi da parte dei pesci. Una delle vittime, Elenir Santos, che avrebbe subito lo strappo della punta dell’alluce mentre era sul bagnasciuga nella zona paulista di Perreira Barreto, avrebbe dichiarato: “Ho sentito una fitta sulla punta delle dita di un piede, come se mi fossi bucata con qualcosa“.

Ma ulteriori attacchi sarebbero stati registrati anche nel Paranà, dove i bagnanti avrebbero riportato le ferite sulla spiaggia artificiale di Entre Rios do Oeste. Secondo gli esperti, il comportamento dei piranha, troverebbe la motivazione nel bisogno di ricercare del cibo, forse influenzati da fattori come il periodo dell’anno e la temperatura dell’acqua. Alcune specie di piranha, infatti, sono molto conosciute per i loro denti taglienti e per la loro mandibola pronunciata e forte che, in un solo morso, riesce a tranciare di netto la carne della vittima.

Al fine di prevenire ulteriori incidenti, i Comuni della zona di San Paolo interessati, avrebbero prontamente installato alcuni cartelli indicanti il pericolo sul posto; inoltre, i funzionari, starebbero informando turisti e pescatori sulla pericolosità del luogo. Nella zona del Paranà, invece, i pompieri avrebbero addirittura vietato l’intera area adiacente al fiume; quest’ultima sarebbe stata prontamente sgombrata.

Il piranha, che vive principalmente in alcune zone del Rio delle Amazzoni, è un pesce gregario che si nutre di altri pesci o piccoli animali acquatici; saltuariamente, però, soprattutto se vive in gruppi molto numerosi, può arrivare ad attaccare anche animali più grandi come cavalli, pecore o umani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - La notizia degli attacchi da parte dei piranha in Brasile è preoccupante: oltre alla ferita in sé ed a tutte le conseguenze che essa potrebbe generare, il vero problema è capire la motivazione di questi attacchi di massa che, fino a poco tempo fa, erano decisamente minori. Sicuramente i consigli e gli avvertimenti da parte dei Comuni devono essere rispettati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!