Iscriviti

Arizona, dopo una tempesta emergono strani gamberetti

Un violento acquazzone avvenuto in Arizona ha portato alla luce strane creature dalla forma di gamberetti. Alcuni li definiscono "preistorici", altri "alieni".

Natura e Animali
Pubblicato il 10 ottobre 2021, alle ore 10:43

Mi piace
1
0
Arizona, dopo una tempesta emergono strani gamberetti

Succede non di rado che animali molto rari, scoperti per determinati motivi o per pura casualità, suscitino lo stupore della gente, la quale spesso dà libero sfogo alla propria fantasia arrivando a considerare “aliene” le suddette rare creature. È quanto successo in Arizona, dove una tempesta ha fatto emergere dal terreno strani piccoli esseri viventi simili ai gamberetti, ma con una particolare caratteristica: hanno tre occhi.

Un violento acquazzone, calamità non rara da quelle parti, ha creato una temporanea pozza d’acqua – collocata in una campo da baseball – dalla quale sono emerse le piccole uova contenenti le strane creature, chiamate scientificamente Triops, nome che deriva dal greco e che significa, appunto, “tre occhi”. Si tratta di crostacei notostraci, i cui primi esemplari risalgono ad un periodo che va all’incirca da 419 a 359 milioni di anni fa.

In seguito alla schiusa delle uova, questi crostacei – caratterizzati, oltre ai sopracitati tre occhi, da un carapace simile ad uno scudo – possono vivere fino a 90 giorni e crescere fino a raggiungere le dimensioni di 4 centimetri, nutrendosi degli elementi presenti nell’acqua in cui nascono. Nel caso specifico, però, la pozza d’acqua ha avuto una durata di sole 3/4 settimane.

Le apparizioni di queste creature sono estremamente rare, infatti al momento della scoperta i funzionari della zona non sapevano cosa fare e come comportarsi. Lauren Carter, ranger del Wupatki National Monument, ha dichiarato a LiveScience: “Le loro uova possono rimanere dormienti per decenni nel deserto fino a quando non cade una quantità di pioggia sufficiente a creare laghi che forniscono ai piccoli la possibilità di maturare e deporre le uova per la generazione successiva“.

Resta ora da capire quante uova hanno deposto nel terreno queste curiose creature durante la loro brevissima esistenza. Probabilmente il prossimo forte acquazzone che avrà luogo nella zona porterà alla luce queste uova, dalle quali nasceranno i discendenti, che a loro volta ne deporranno delle altre. La natura trova quasi sempre il modo di portare avanti la vita di ogni sua straordinaria creatura.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marcella Chimenti

Marcella Chimenti - È sempre un'emozione particolare scoprire che al mondo esistono creature che ancora non si conoscono. Personalmente non sono il tipo che ricorre subito all'esistenza degli alieni per spiegare ogni raro fenomeno che si verifica, anche se non escludo la possibilità che il nostro pianeta non sia l'unico ad ospitare la vita nell'immensità dell'universo. In questo caso la spiegazione è stata, infatti, puramente scientifica. Chissà che prima o poi non capiti anche a me di vedere dal vivo uno di questi piccoli "gamberetti a tre occhi"!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!