Iscriviti

Argentina, selfie finisce in tragedia: cane azzanna una ragazza

Tragedia in Argentina: il cane, un pastore tedesco, azzanna una ragazza dopo un selfie; per la diciassettenne attaccata sono stati necessari 40 punti per suturare le ferite.

Natura e Animali
Pubblicato il 17 gennaio 2020, alle ore 11:52

Mi piace
13
0
Argentina, selfie finisce in tragedia: cane azzanna una ragazza

Lara Sanson, una ragazza diciassettenne di Tucuman, in Argentina, è stata la sfortunata protagonista di un’aggressione da parte del cane della sua amica. La giovane, che stava abbracciando l’animale durante un servizio fotografico, è stata improvvisamente aggredita in pieno volto: per suturare le ferite sono stati necessari 40 punti.

Lara, che fortunatamente è riuscita a salvarsi, deve ancora riprendersi non solo dalle profonde ferite riportate, ma anche dallo spavento ricevuto; nonostante questo, la ragazza non ha dato il proprio consenso alla soppressione del pastore tedesco dopo gli attacchi subiti. La diciassettenne, che stava posando felice per una serie di scatti con l’animale, sarebbe stata morsicata ripetutamente sul volto.

I medici che hanno preso in cura la ragazza, la quale è arrivata al pronto soccorso con gli occhi chiusi ed il volto tumefatto, hanno impiegato circa due ore per applicarle i 40 punti che si sono resi necessari. Questi ultimi, secondo quanto riportato dagli esperti, sarebbero stati messi sia esternamente che internamente, arrivando fino alle gengive.

Non so se gli ho toccato l’anca o se ha reagito in questo modo perché è vecchio, o perché l’ho abbracciato e spaventato“, ha raccontato la ragazza -dopo l’aggressione- al quotidiano locale La Nacion. Fortunatamente, però, Lara non avrebbe provato troppo dolore: la stessa racconta solo di un leggero fastidio, sia mentre l’animale la morsicava, sia dopo che ha lasciato la sala operatoria: “Ho avuto solo un po‘ di fastidio a causa dell’infiammazione e delle difficoltà a mangiare“.

Insomma, la Sanson ha deciso di sdrammatizzare la situazione: con estrema ironia, infatti, avrebbe addirittura condiviso le foto online tramite il suo profilo social, intitolando la serie di scatti “Un servizio fotografico che va storto“. In poco tempo il post ha raggiunto oltre 300.000 like e tra i tanti commenti ne spunta uno che tenta di spiegare la situazione: “Un cane non dovrebbe mai essere abbracciato dal collo, non avvicinare il viso, poiché il loro istinto dice che li attaccherai, il collo è la parte più vulnerabile di un cane“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - La storia di Lara, che poteva concludersi nel peggiore dei modi, evidenzia l'imprevedibilità degli animali. Il commento dell'utente che cerca di spiegare l'istinto dei cani, il quale li porta a difendersi per ovvie ragioni, vuole spingere le persone ad avere un atteggiamento consono verso gli animali, rispettando sempre la loro natura.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!