Iscriviti

Alveare a manovella produce miele, salvate le api dall’estinzione

Come salvare le api dal rischio estinzione? Dalla domanda l'idea: un alveare a manovella! In Australia padre e figlio inventano un modo per ridurre lo stress nelle arnie. Richieste da tutto il mondo.

Natura e Animali
Pubblicato il 13 febbraio 2018, alle ore 18:22

Mi piace
10
0
Alveare a manovella produce miele, salvate le api dall’estinzione

Stuart Anderson e il figlio Cedar, australiani, da tre anni avevano in cuore un’idea: costruire un alveare in grado di dispensare il miele attraverso un rubinetto. Mancavano però i fondi: 70mila dollari (57mila euro). Così si sono rivolti al “crowdfunding” utilizzando il sito Indiegogo. In 7 minuti hanno ottenuto i 70mila dollari necessari al loro progetto, dopo 24 potevano già contare 2,2 milioni, due mesi dopo avevano raggiunto 174 volte quello che a loro serviva: 12,2 milioni.

L’idea di un “alveare a flusso“, di Stuart e Cedar, è riuscita a coinvolgere migliaia di persone nel mondo, perché ha garantito che chiunque lo voglia può in modo semplice allevare api, contribuire ad evitare che si estinguano e produrre il miele. Negli ultimi 10 anni infatti, molti allevatori di api hanno rinunciato al loro lavoro perchè poco producente per vari motivi: per i danni provocati dai pesticidi, per l’inquinamento e per l’acaro Varroa destructor che uccidono i piccoli insetti senza pietà.

L’alveare inventato dagli Anderson, chiamato “Flow Hive”, è stato cullato nella mente per tre lunghi anni. I due si chiedevano: come estrarre il miele dagli alveari nel modo più semplice possibile, senza dover indossare protezioni, senza dover allontanare le api, senza raschiare via la cera, senza dover prendere il nettare, doverlo filtrare e poi dover risistemare ogni cosa?

Ed ecco la loro idea: confezionare una scatola di legno con migliaia di celle esagonali di plastica, apribili con una leva. Le api come di consueto riempiono di miele le cellule e poi le chiudono con la cera.

A questo punto la leva entra in azione, prima rimuove la cera e poi fa colare il miele nei condotti, poi il miele fuoriesce attraverso un rubinetto.

Per avere il miele basta aprire il rubinetto e avvicinare un barattolo.

Cedar ha confessato al “Daily Telegraph”: “Non pensavamo che avremmo avuto un tale successo anche se forse dovevamo aspettarcelo: avevo postato un video su Facebook e in 30 ore era stato visto da un milione di persone“. I due ideatori hanno ricevuto 25 mila ordini provenienti da 130 diversi Paesi, una richiesta piuttosto elevata per una linea di produzione non ancora ben organizzata. Così è stata creata una società, la BeeInventive Ltd, con la divisione dei compiti c’è chi cura gli aspetti legali, chi il marketing e chi le spedizioni. Ha sedi in diverse parti del mondo: Canada, Usa, Olanda e Hong Kong. Già sono stati consegnati 50 mila “Flow Hive” e le domande continuano, ravvivando il mestiere di allevatori che stava per essere abbandonato e garantendo alle api la sopravvivenza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Interessante questo sistema di produzione del miele, soprattutto perché riducendo lo stress delle api ne garantiscono una vita più lunga. L'ape, l'abbiamo detto ancora, è un insetto molto importante per l'ecosistema. Sarebbe interessante conoscere il prezzo dell'alveare a flusso, se deve essere posizionato come tutti gli altri alveari, quali attenzioni avere...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!