Iscriviti

Accarezza un gatto randagio e resta paralizzata

Una ragazza di 24 anni è rimasta paralizzata dopo aver accarezzato un gatto randagio malato di una patologia particolarmente mortale. Ora è tornata a camminare.

Natura e Animali
Pubblicato il 26 gennaio 2019, alle ore 22:39

Mi piace
6
0
Accarezza un gatto randagio e resta paralizzata

Si chiama Gemma Birch, ha 24 anni e fa la blogger di professione. È una ragazza inglese e dopo aver trascorso un po’ di tempo in Portogallo per una vacanza è rimasta paralizzata dopo aver accarezzato un gatto randagio. Quest’ultimo era affetto da un’infezione batterica. Il tutto è successo ben quattro anni fa, quando la ragazza stava soggiornando nel villaggio turistico di Albuifeira, una città costiera dell’Algarve.

Il primo sito a riportare la notizia è stato il Messaggero, che ha raccontato che Gemma, durante la vacanza, si è affezionata ad un gatto che ha chiamato Catarina. Quest’ultimo, purtroppo, era portatore di una malattia potenzialmente mortale, che ha costretto la giovane blogger a restare sulla sieda a rotelle a causa di una paralisi che partiva dai fianchi e arrivava fino agli arti inferiori.

Il racconto, però, è stato diffuso solo di recente. I primi sintomi che qualcosa non andasse per il verso giusto sono stati riscontrati proprio durante la vacanza: spesso la ragazza vomitava e proprio durante il volo di rientro è svenuta. Solo quando l’aereo è atterrato è stata trasportata in ospedale e, durante il ricovero, i medici hanno diagnosticato un batterio denominato campylobacter, solitamente trovato nel pollo crudo.

Dopo una settimana di ricovero in ospedale, la ragazza vi è ritornata una seconda volta, quando ha iniziato ad accusare un intorpidimento alle gambe e, giunti a quel punto, gli infermieri hanno diagnosticato la sindrome di Guillan-Barré, chiamata anche paralisi di Landry o sindrome di Guillain-Barré-Strohl.

Per fortuna questa paralisi non è permanente; dopo un anno e mezzo la giovane ha iniziato le terapie e la riabilitazione e dopo altri 14 mesi è tornata a camminare perfettamente. Ha affermato che non ha mai più accarezzato alcun tipo di animale randagio, nonostante li ami molto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Un episodio alquanto insolito. Non capisco però che tipo di nesso ci possa essere tra l'aver accarezzato il gatto e la malattia. O meglio, come fa ad essere così sicura che la causa sia stata proprio il randagio? Anche il pollo crudo porta quelle infezioni e non si sa cosa abbia mangiato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!