Iscriviti
Bari

Bari: Nek chiude il suo tour con un arrivederci alla prossima estate

Sul palco del Teatroteam di Bari è andata in scena l’ultima tappa del “Il mio gioco preferito – European Tour” di Nek. Due ore di musica per ascoltare i principali successi del cantautore emiliano

Musica
Pubblicato il 24 gennaio 2020, alle ore 18:18

Mi piace
16
0
Bari: Nek chiude il suo tour con un arrivederci alla prossima estate

È stato il Teatroteam di Bari l’ultimo palcoscenico della tournée europea di Nek, Il mio gioco preferito – European Tour. Il cantautore emiliano, negli ultimi tre mesi, ha portato in giro il suo show in 25 location italiane e 9 oltre confine in Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Lussemburgo, Inghilterra e Spagna.

Significativo il concerto dello scorso 26 novembre al Bataclan di Parigi, l’esibizione che l’artista ricorda con più emozione, in quella location tristemente nota per gli attentati del 2015. Per Nek: “tutti i musicisti che sono passati sul quel palcoscenico, hanno posto un tassello in più perché musica e vita continuino”.

Puntualissimo alle 21, Nek, all’anagrafe Filippo Neviani, ha iniziato il suo viaggio musicale di fronte alla platea barese, intonando uno dei suoi primi successi Tu sei, tu sai seguito da Cuori in tempesta, brano che, nonostante i suoi 25 anni, continua ad emozionare.

Accompagnato da Emiliano Fantuzzi e Max Elli alle chitarre, Luciano Galloni alla batteria e Silvia Ottanà al basso, Nek ha interpretato alcuni brani del suo ultimo album Il mio gioco preferito: parte prima: La storia del mondo, Mi farò trovare pronto, presentato allo scorso Sanremo, Alza la radio, hit dell’ultima estate e Cosa ci ha fatto l’amore.

Ma, sono stati i suoi successi storici ad infiammare il pubblico presente in sala, che ha cantato all’unisono Fatti avanti amore, brano che sfiorò il successo nel Sanremo del 2015 classificandosi al secondo posto dietro Il Volo, Sei grande, Se una regola c’è e Differente. Nek ha confidato che la scelta della scaletta del suo tour è frutto di una collaborazione con i suoi fan a cui ha chiesto quali brani dovesse interpretare.

L’artista, dopo aver anticipato che ritornerà in estate (il 14 luglio a Locarno per il Moon and Stars 2020), ha scherzato con il pubblico barese utilizzando anche termini locali per etichettare alcuni componenti della sua band, suscitando l’ilarità del pubblico. E quando gli è scappata una parolaccia, ha subito tranquillizzato tutti: “Se ci sono bambini spiegate che lo zio Filippo è impazzito!”.

Dopo un medley quasi da ballare, ma in un teatro non si può, l’interpretazione di Laura non c’è, il suo brano più famoso, e Se telefonando, cantata mentre passeggia in platea tra i suoi fan, arriva il gran finale con Nek che invita tutti ad alzarsi e ad avvicinarsi al palco.

E mentre l’artista interpreta Lascia che io sia, canzone vincitrice del Festivalbar 2005, Almeno stavolta e Se io non avessi te, non disdegna di stringere mani al suo pubblico, che saluta con l’ultimo brano di questo tour, E da qui, che ci ricorda che la vita è fatta di piccole cose e che rimane la cosa più bella che abbiamo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Un artista sulla scena da oltre 25 anni che con i suoi brani fa emozionare, divertire e riflettere. Questo è Nek, o Filippo, come lo chiamano i suoi fan più appassionati. Nel concerto di Bari le due ore di musica scorrono con molta fluidità senza mai un attimo di pausa o di noia, tanto che alla fine ti chiedi: “ma è già finito?”, mentre in realtà hai ascoltato quasi trenta canzoni. Ringrazio l'agenzia di comunicazione Parole e dintorni per avermi dato la possibilità di assistere allo spettacolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!