Iscriviti

Ritirate dal mercato le "Nike sataniche" con sangue umano di Lil Nas X

Il cantante Lil Nas X aveva messo in vendita un'edizione limitata di Nike Air Max 97 ispirate a Satana, contenenti sangue umano. La Nike, estranea alla produzione, ha intentato causa e le scarpe sono state ritirate dal mercato.

Moda
Pubblicato il 3 aprile 2021, alle ore 18:11

Mi piace
6
0
Ritirate dal mercato le "Nike sataniche" con sangue umano di Lil Nas X

Il cantante Lil Nas X, diventato popolare a livello mondiale grazie al tormentone “Old Town Road”, dovrà ritirare dal mercato le Nike Sataniche che aveva messo in vendita in edizione limitata. Legate all’uscita del suo nuovo singolo “Montero”, nel video del quale l’artista americano si esibisce in una lap dance su Satana prima di ucciderlo, le sneakers in edizione limitata sono una rivisitazione del famoso modello Air Max 97 che ha causato enormi controversie in America.

Le persone già demonizzano chi sono“, ha detto il cantante omosessuale in una intervista, “cerco di trarre il meglio dalla situazione“. Oltre a riportare la scritta 666, le scarpe sataniche nere con dettagli rossi, un pentagramma demoniaco e la scritta “Luke 10:18”, il dettaglio che ha causato più scalpore nelle scarpe è la presenza di inchiostro rosso mischiato ad una goccia di sangue umano nella bolla d’aria sopra la suola.

Le scarpe, realizzate senza autorizzazione da parte della Nike, sono state prodotte in sole 666 copie numerate e messe in vendita a 1.018 dollari. Il Sold Out è avvenuto in pochissimi minuti, ma le polemiche scaturite sono durate giorni interi. In migliaia le persone indignate che hanno protestato contro la Nike e affermato che non avrebbero mai più acquistato il marchio, tanto che la Nike ha prima annunciato ufficialmente di non aver alcuna correlazione con la produzione delle scarpe in questione, ed ha poi chiamato in causa la MSCHF Product Studio, società di New York dietro la creazione delle scarpe.

Un giudice federale ha adesso ordinato che le scarpe siano ritirate dal mercato, dopo che la Nike ha sottomesso una mozione per un ordine restrittivo temporaneo e un’ingiunzione preliminare. Gli avvocati di MSCHF hanno affermato che le 666 paia di scarpe non sono “scarpe da ginnastica tipiche, ma piuttosto opere d’arte numerate individualmente che sono state vendute ai collezionisti per $ 1.018 ciascuna“, e che ,proprio come una precedente edizione limitata di Jesus Shoes, queste saranno esposte come pezzi artistici, anche nei musei.

Gli avvocati della Nike sostengono che il marchio abbia subito un danno e di avere prove che persino gli sneakerhead (così sono definiti gli appassionati collezionisti di scarpe da ginnastica) avevano pensato che si trattasse di scarpe prodotte dalla Nike, e che hanno prove che moltissimi consumatori hanno affermato che non acquisteranno mai più il marchio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Questa trovata pubblicitaria di Lil Nas X è stata geniale, tutti parlano di lui. Le scarpe sono assolutamente inguardabili e la presenza di sangue umano le rende ancora più di pessimo gusto, non capisco chi possa avere mille dollari da buttare in una cosa del genere, però effettivamente il suo scopo l'ha raggiunto, sono giorni che se ne parla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!