Iscriviti

Gigi Hadid si veste da sposa per Moschino

Gigi Hadid ha sfilato vestita da sposa con uno strascico di farfalle. Dalla collezione che Jeremy Scott non porta a termine nasce la moda dello schizzo

Moda
Pubblicato il 22 settembre 2018, alle ore 09:05

Mi piace
13
0
Gigi Hadid si veste da sposa per Moschino

Il 20 settembre si è svolta la Milano Fashion Week 2018; modelle e supermodelle hanno vestito le collezioni Primavera/Estate di Alberta Ferretti, Armani, Prada e Moschino.

L’equinozio d’autunno quest’anno si spinge un po’ più in là del solito, non il 21 ma il 23 settembre, l’estate non è ancora finita, ma la moda è già pronta a pronunciarsi con le sue nuove creazioni.

Modelle e supermodelle

Tra le più attese in passerella le sorelle Hadid, Bella e Gigi, Hailey Baldwin, Kendall Jenner, Winnie Harlow, Nicki Minaj, Sara Sampaio, Stella Maxwell, Isabeli Fontana, Sara Grace, Vittoria Ceretti. Gigi Hadid, subito dopo l’evento è apparsa su molti titoli di riviste online per il suo abito da sposa con lo strascico di farfalle della collezione primavera estate di Moschino. 

Pronti a battere le mani nella manifestazione anche personaggi dello spettacolo. Chiara Ferragni e Fedez che ha voluto riprendere lo show con il suo smartphone e tramite le Stories di Instagram condividerlo con i suoi follower, scrivendo e suscitando commenti sulle modelle, cosa non sfuggita alla consorte. 

Nuova collezione Moschino 

Tra i designer emerge Jeremy Scott che, per il 20 settembre, non è riuscito a portare a termine la collezione Moschino. Nasce, grazie a questa incompiutezza, una nuova collezione, quella dell’idea in itinere, del non finito, dello schizzo. Ecco spiegati i tubi di tessuto che le modelle tengono in mano mentre sfilano nella passerella che il Messaggero spiega così: “Per la sera, le modelle sfilano tenendo in mano tubi di tessuto che partono dagli abiti, mentre i tubini sono decorati da aghi dorati e le forbici da modellista diventano il maxi decor del long dress nero”.

Il disegno è il protagonista della prima parte della sfilata. I segni colorati del pennarello fanno prendere vita ai vestiti: i tratteggi diventano stampe sul bianco di trench, sul chemisier, sulle giacche e gonne con il fiocco e anche sui collant. 

Interrogato da Elle, rivista francese attenta alla moda, Jeremy Scott si presenta come un artista, un designer, un comunicatore, un fan e un’icona, incarna la cultura pop, ultimamente è delirante “e per finire sono un ragazzo cresciuto in campagna con un grande sogno”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - La nuova collezione, chiamata dello schizzo, del non finito, mi sembra molto attuale. Spesso si inizia qualcosa e poi... è lasciata là, non finita. Mai però l'avrei applicata alla moda anche se a pensarci bene, nella moda si era già insinuata nelle cuciture al rovescio o in quelle senza bordi con gli sfilacci, negli strappi... Ora la moda ha un nome.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!