Iscriviti

Xiaomi Redmi 6 Pro, smartphone entry level con doppia postcamera, AI, e MIUI 10

Xiaomi, importante e poliedrico produttore cinese di hardware e gadget, non si è smentito e, nel corso del weekend, ha messo a listino, con imminente commercializzazione, anche il valido smartphone di fascia bassa denominato Xiaomi Redmi 6 Pro.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 25 giugno 2018, alle ore 19:42

Mi piace
10
0
Xiaomi Redmi 6 Pro, smartphone entry level con doppia postcamera, AI, e MIUI 10

Xiaomi, oltre a un interessante tablet, ha comunicato il varo di un valido smartphone di fascia bassa, innovativo per design e doppia postcamera, lo Xiaomi Redmi 6 Pro, di cui proponiamo la scheda tecnica.

Xiaomi Redmi 6 Pro ha un telaio in alluminio (149.3 x 71.7 x 8.8 mm, per 178 grammi) con un sensore a infrarossi nel lato alto e, di lato, uno slot per l’inserimento delle due nanoSIM in contemporanea con una schedina d’espansione (max 256 GB).

In basso, invece, campeggia il jack da 3.5 mm per le cuffie cablate. Il frontale dello Xiaomi Redmi 6 Pro propone, innanzitutto, un display IPS LCD FullHD + (aspect ratio a 19:9) da 5.84 pollici con, nel notch superiore, una selfiecamera da 5 megapixel, cui l’intelligenza artificiale offre supporto nelle funzioni di abbellimento del viso, oltre che in quelle di Face Unlock.

Sul retro, assieme allo scanner per le impronte, messo al centro, in alto a sinistra, il semaforo verticale ospita una doppia fotocamera da 12 (Sony IMX486 , pixel grandi 1.25 micron, f/2.2) + 5 (Samsung S5K5E8) megapixel, con Flash LED, capace di realizzare foto in HDR, video a 1080p@30fps (stabilizzati elettronicamente e messi a fuoco via rilevamento di fase), e slow motion a 720p@120fps: anche in questo caso, l’AI dà una mano, per la precisione nel riconoscimento delle scene, nel miglioramento degli scatti notturni, e nell’ottenimento dell’effetto Bokeh.

Il processore dello Xiaomi Redmi 6 Pro, l’octacore (2.0 GHz) Snapdragon 625 abbinato alla GPU Adreno 506, si avvale – secondo il modello scelto – di 3 o 4 GB di RAM, stoccando i dati in 32 o 64 GB di archiviazione espandibile (senza rinunziare all’uso contemporaneo del Dual SIM): le connettività prevedono il GPS (Glonass, A-GPS, BDS), il Wi-Fi n (direct, hotspot, dual band), il Bluetooth 4.2 (A2DP), il 4G/LTE. La batteria, da 4.000 mAh, non removibile, al termine della giornata di lavoro, ottiene la ricarica tramite la porta microUSB 2.0, purtroppo non Type-C.

Previsto nelle colorazioni Blue, Cherry Blossom Powder, Flame Red, Gold, e Stone Black, con Android Oreo 8.1 sotto interfaccia MIUI 10 (area app recenti ridisegnata, intelligenza artificiale con supporto fotografico), lo Xiaomi Redmi 6 Pro entrerà in commercio il 26 Giugno nelle combinazioni 3+32 GB (circa 131 euro), 4+32 GB (circa 159 euro), 4+64 (pressappoco 170 euro), a cominciare dal mercato cinese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Anche lo Xiaomi Redmi 6 Pro sembra un buon device, come il tablet del medesimo brand previsto sempre per la fascia bassa del mercato: ad oggi, non vi sono conferme che il Redmi 6 Pro possa giungere anche nel Vecchio Continente ma, alla luce dell'apertura di un secondo store fisico italiano di Xiaomi, la speranza è sempre lecita a coltivarsi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!