Iscriviti

Vodafone ripropone le ricariche standard da Gennaio 2020, dopo la diffida di AGCOM

In questi ultimi mesi si è sollevato un particolare polverone per via delle ricariche 'speciali' adottate da TIM, Vodafone e Wind Tre. Dopo la diffida da parte di AGCOM, Vodafone torna sui suoi passi e ripropone le ricariche standard.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 21 dicembre 2019, alle ore 00:00

Mi piace
2
0
Vodafone ripropone le ricariche standard da Gennaio 2020, dopo la diffida di AGCOM

L’elemento fondamentale della maggior parte dei contratti di telefonia mobile (riferendoci al campo delle offerte ‘ricaricabili’) è rappresentato dal credito telefonico. Si tratta di una valuta virtuale utilizzata per usufruire dei servizi di un operatore mobile in via prepagata, semplificando così l’esecuzione di diverse operazioni (pagare l’invio di un SMS, pochi minuti di conversazione, ecc…). 

Fino ad ora, l’acquisto del credito ha sempre avuto un rapporto 1:1. In poche parole, se una persona decideva di pagare 10 euro riceveva 10 euro di traffico telefonico da utilizzare come meglio crede. Alcuni operatori telefonici hanno poi deciso di introdurre servizi aggiuntivi contestualmente alla ricarica scalando, per esempio, 1 euro dal credito ricaricato per ottenere traffico bonus. Tale scelta non è piaciuta molto ad AGCOM ed ecco la pronta risposta di Vodafone, tesa a sistemare nuovamente la situazione.

Vodafone reintroduce i tagli di ricarica standard, ma solo dopo la diffida di AGCOM

Facciamo prima un po’ di chiarezza: l’operatore rosso ha recentemente introdotto i servizi ‘Gigaricarica 5 e 10’. Per fare un semplice esempio, ipotizziamo di voler acquistare Gigaricarica 10: il cliente pagherà una somma pari a 10 euro per avere 9 euro di credito telefonico e un bundle da 3 GB limitato nel tempo. Tutto sarebbe a posto se Vodafone non avesse anche deciso di rimuovere i tagli di ricarica standard in alcuni canali di vendita, provocando la diffida di AGCOM (la quale ritiene scorretta la scelta dell’operatore rosso, di TIM e di Wind Tre).

La risposta di Vodafone non si è fatta attendere sia per quanto riguarda le parole che per quanto riguarda i fatti: l’operatore ha appena annunciato di voler reintrodurre le ricariche standard da 5 e 10 euro nei canali di vendita dove erano state rimosse (tabaccai, bar, edicole e ricevitorie) a partire dal prossimo Gennaio 2020.

Oltre ai fatti, l’operatore rosso avrebbe precisato meglio la propria posizione sostenendo di aver mantenuto le ricariche standard sul sito, sull’app e nei negozi Vodafone. Inoltre, tutti i clienti che hanno recentemente fatto una ricarica presso un tabacchino o un bar, per esempio, sarebbero stati debitamente informati dall’operatore circa la variazione discussa in questo articolo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Le ricariche speciali introdotte recentemente dagli operatori telefonici mi hanno lasciato alquanto perplesso. Quando un cliente fa una ricarica telefonica non chiede l'attivazione di un particolare servizio ma desidera solo avere del credito telefonico. Sinceramente parlando, la questione delle 'ricariche speciali' è relegabile ad una nuova modalità per erodere il credito residuo al cliente, costringendolo a spendere una cifra maggiore per godere della propria offerta telefonica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!