Iscriviti

Vivo Y10 e Vivo Y10 Ti: ufficiali i low cost con Android 11 e 4G

Parte dalla Cina l'avventura di due smartphone di fascia bassa, che Vivo ha sostanziato nei basici Vivo Y10 e Y10 Ti, due "gemelli diversi" differenziati nel processore, nella tipologia di storage e nel livello del Bluetooth.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 14 gennaio 2022, alle ore 12:13

Mi piace
1
0
Vivo Y10 e Vivo Y10 Ti: ufficiali i low cost con Android 11 e 4G

Un po’ a sorpresa, datosi che il lancio è avvenuto nella sola Cina con relativo inserimento nel locale listino, il brand Vivo del gruppo BBK Electronics ha lanciato due smartphone di fascia bassa, i Vivo Y10 e Y10 Ti, destinati (ambedue per 1.099 yuan o 151 euro) a sfidare in termini di prestazioni e costi il recentissimo Meizu “mBlu” 10

Vivo Y10 ha un corpo complessivamente maneggevole, viste le ridotte dimensioni per spessore (8.28 mm) e peso (179 grammi), allestito nelle varianti cromatiche nero notte lunare e blu ghiacciaio: il frontale esibisce un display LCD da 6.51 pollici risoluto a 720p, quindi HD+, con 60 Hz di refresh rate e, in alto, un’insenatura a forma di V per la selfiecamera da 8 megapixel (face unlock, selfie anche notturni via luminosità dello schermo, abbellimenti naturali). Di lato, il costruttore ha situato uno scanner fisico per la validazione delle impronte digitali mentre, sul retro, un bumper squadrato di color nero nasconde e circoscrive, assieme al Flash LED, i sensori di una vera dual camera, tra cui quello principale da 13 megapixel (HDR) e quello ausiliario da 2 megapixel. 

Per il processore, Vivo ha dotato l’Y10 dell’octacore (quattro core a 2.3, altri quattro a 1.8 GHz) MediaTek Helio P35, un chip a 12 nanometri di litografia abbinato a una GPU PowerVR GE8320: la RAM, di tipo LPDDR4X, ammonta a 4 GB, mentre lo storage, espandibile sino a un massimo di 1 TB via microSD, arriva alla dimensione di 128 GB ed è di tipo eMMC5.1. In ragione di tali scelte, il sistema operativo previsto è una versione piena di Android 11, sotto la consueta e locale interfaccia OriginOS 1.0.

Nel quadro tecnico del Vivo Y10 rientra un pool di connettività standard, tra cui il Dual SIM, la microUSB, il GPS, il Wi-Fi ed il Bluetooth 5.0: manca il 5G ed è supportato il solo 4G. La batteria, invece, arriva a 5000 mAh.

Il Vivo Y10 Ti è un quasi gemello del primo device, dal quale diverse per alcuni particolari: lo storage conserva i 128 GB, ma è del più veloce tipo UFS 2.1 mentre il processore, ancora un octacore (quattro core a 2.1 e altrettanti a 2.0 GHZ) a 12 nanometri di scuola Mediatek con 4G, si sostanzia in un Helio P70 con annessa GPU Mali-G72. Ancora in tema di connettività, un’ultima divergenza tra i due modelli sta nella tipologia del Bluetooth, qui fermo al livello 4.2

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Anche in questo caso, come nel Meizu, il prezzo sembra un po' troppo alto per quel che offre. Almeno ci sono 4 GB di RAM, ma il discorso è lo stesso. L'assenza di 5G a certe cifre, ormai, è assai difficile da giustificare. Curiosa la scelta di cambiare il processore da un gemello all'altro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!