Iscriviti

Vernee Thor E, con batteria da 5020 mAh (3 giorni d’autonomia) in 8.6 mm

Dopo quasi un anno dall'annuncio del vecchio modello, la cinese Vernee presenta il nuovo Vernee Thor E, smartphone che coniuga una batteria da 5020 mAh, con autonomia di 3 giorni, a uno chassis sottile (8.6 mm), e leggero (149 grammi).

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 9 giugno 2017, alle ore 12:06

Mi piace
14
0
Vernee Thor E, con batteria da 5020 mAh (3 giorni d’autonomia) in 8.6 mm
Pubblicità

A quasi un anno di distanza dalla presentazione del predecessore, la cinese Vernee ha presentato il nuovo Thor E, uno smartphone in grado di coniugare una batteria da 5020 mAh, con autonomia di 3 giorni, in 8.6 mm di spessore, e 149 grammi di peso

Lo chassis del Vernee Thor E è in materiale plastico (144 x 70.1 x 8.6 mm, per 149 grammi), con finiture in elegante metallo spazzolato, mentre una penisola di tonalità scura, sul retro, oltre ad ospitare la fotocamera, si occupa di consentire la ricezione dei moduli comunicativi supportati (Dual SIM ibrido, Bluetooth 4.1Wi-Fi 802.11 b/g/n dual band, 4G cat. 4 con VoLTE e frequenza da 800 MHz, GPS/A-GPS). Non manca un veloce sensore biometrico, in forma circolare, posto poco sotto, capace di sbloccare il device in 0.1 secondi. 

Il frontale, dietro un vetro 2.5D con leggera flessione sui bordi, presenta un display da 5 pollici, con risoluzione HD (1280×720 pixel), un secondo microfono per la cancellazione del rumore, ed una selfiecamera da 5 megapixel interpolati (2 reali): la postcamera, invece, equipaggiata con Flash LED ed autofocus, arriva a 13 megapixel interpolati (8 reali). In ambito audio, è presente sia il jack da 3.5 mm, che la Radio FM

Lo sprint hardware del Vernee Thor E è fornito da un processore a otto core, il MediaTek MT6753 cloccato a 1,5 GHz, e dalla GPU ARM Mali-T720 MP4: la RAM è da 3 GB, mentre lo storage arriva a 16 GB, e può guadagnarne altri 128 GB, purtroppo rinunciando alla seconda SIM. Lato software, invece, l’animazione del device è affidata ad Android Nougat 7.0, con qualche leggera implementazione in tema di autonomia.

La batteria, ricaricabile attraverso la porta microUSB 2.0, o tramite l’alimentatore per la ricarica rapida (da 9V/2A), viene certificata come duratura (90% di carica dopo 600 cicli), resistente (anche ad alte temperature, e test con oggetti appuntiti), in grado di ricaricare altri device (in virtù del gradito “reversible charging”), e capace di assicurare un’autonomia di 3 giorni (36 ore di chiamate, 18 di media playing, 72 con uso normale, e 720 in stand by), anche grazie alla poc’anzi accennata ottimizzazione energetica: nello specifico, premendo un pulsante laterale, si attiva una sorta di modalità “e-ink” in base alla quale la luminosità del display si abbassa, i colori vengono sostituiti da una visualizzazione monocromatica, il processore viene frenato, i processi in background stoppati, etc). 

Così impostata, in base ad alcuni test effettuati dall’azienda, il Vernee Thor E riesce a sfruttare il 20% di carica per erogare un’autonomia di ben 24 ore. Cadenzato nelle colorazioni nera e grigia, il device viene venduto – presso i rivenditori online – a circa 109.99 dollari, pari a un centinaio di euro

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Valuto molto positivamente il Vernee Thor E per tutta una serie di motivi piuttosto evidenti: con 5020 mAh di batteria, mi sarei aspettato un device tozzo e, invece, quel che vedo è uno smartphone dall'aspetto molto elegante. L'autonomia, certo, è il pezzo forte di questo device, visto che il display è solo HD e che non risponde al trend della doppia fotocamera posteriore: tuttavia, va considerato che vi è il 4G con supporto a tutte le frequenze italiane, il sensore per le impronte, Nougat di serie, e 3 GB di RAM per una fluidità d'uso notevole. Difficile chiedere di più per la sua fascia di prezzo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!