Iscriviti

Umidigi X: ufficiale lo smartphone con scanner in-display e auricolari in-ear abbinati

Umidigi X arriva in pre-order dopo una lunga serie di immagini "rubate" e indiscrezioni più o meno ufficiali, portando in dote non solo un atteso e migliorato scanner ottico in-display ma, anche, un nuovo paio di auricolari in-ear basati sul Bluetooth 5.0.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 5 agosto 2019, alle ore 15:25

Mi piace
9
0
Umidigi X: ufficiale lo smartphone con scanner in-display e auricolari in-ear abbinati

Dopo essersi auto-spoilerata a lungo negli ultimi giorni, la cinese Umidigi ha annunciato il nuovo smartphone Umidigi X che, proposto nella fascia medio-alta, assieme a un paio di auricolari in-ear dedicati, gli Upods TWS, risulta essere il primo device del suo listino a vantare uno scanner biometrico in-display, oltre a molte altre specifiche di sicuro impatto. 

Umidigi X (158.6 x 75.6 x 8.1 mm, per 195 grammi) presenta una scocca in due colorazioni alternative, Breathing Crystal (in pratica a gradiente) e Flame Black (nero con “vampate” rosso fuoco), con il frontale dominato da un tipico notch a goccia, per la selfiecamera da 16 megapixel (f/2.0), provvista di abbellimento degli autoscatti, conto alla rovescia per gli stessi, e Face Unlock. 

Il display, riposante per gli occhi in quanto beneficiato di modalità lettura (con setting della temperatura cromatica), presenta (sul 92.70% del lato A), un display AMOLED (contrasto da 100.000:1) da 6.35 pollici, con risoluzione HD+ (19.35:9 di aspetto panoramico, 269 PPI) e migliorato sensore biometrico (Goodix) sottostante: nello specifico, la sua area, ora è più ampia, in modo da essere più comodo da raggiungere (anche in situazioni estreme) e da poter cogliere rapidamente più dettagli.

Sul retro, è presente – assieme a un dual Flash – una tripla fotocamera, con un sensore da 5 megapixel per la profondità, (dietro un obiettivo a 6 lenti) un sensore (1/2”) standard Samsung GM1 da 48 megapixel (12 dopo il pixel binning 4-in-1, f/1.79), ed uno ultragrandangolare (120°, con correzione delle distorsioni laterali) da 8 megapixel, capace di video a 30fps (FullHD o HD), e di scatti migliorati – via AI – in virtù del riconoscimento delle scene e delle facce, dell’effetto Bokeh, dei filtri in tempo reale, e della modalità Super Night. In alto, è presente un primo microfono, ed il jack da 3.5 m, mentre il basso figura un secondo microfono, uno speaker mono, e la porta microUSB Type-C (OTG).

La batteria, da 4.150 mAh, caricabile rapidamente a 18W, funge da risorsa energetica a supporto del processore, un octacore (2.0 GHz) Helio P60, messo in coppia con una scheda grafica Mali G72 MP3: la RAM (LPDDR4X) è da 4 GB, mentre lo storage arriva a 128 GB, ed è espandibile via microSD sino ad altri 256 GB. 

Lato connettività, l’Umidigi X si accontenta del Bluetooth 4.2 e di un Dual SIM solo ibrido, ma rilancia con il 4G Globale (banda 20 coperta), il Wi-Fi ac, ed un GPS reso preciso da diverse reti satellitari (BeiDou, Galileo, Glonass): il sistema operativo, invece, è Android Pie 9.0

I primi 1.000 acquirenti dell’Umidigi X, prenotabile su Aliexpress a 249.99 dollari (228 euro circa), con disponibilità effettiva dal 26 Agosto, potranno accaparrarsi gratuitamente i nuovi auricolari in-ear Upods TWS, provvisti – entro i loro 4 grammi di peso – di driver dinamici da 7.2 mm, tecnologia hardware (processore di segnale digitale) di riduzione del rumore, e di Bluetooth 5.0, con 4 ore d’autonomia portate a 24 grazie alla custodia di ricarica (equipaggiata con 600 mAh di batteria propria), e ricorso agli assistenti vocali (Assistant/Siri). Questi ultimi, in seguito, potranno anche essere comprati a parte, con i primi 10.000 acquirenti che potranno beneficiare di un listino promozionato a 9.99 dollari contro i 99.99 finali).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Umidigi ha seguito il suo copione alla lettera, creando - con tante piccole anticipazioni - un hype mica male posto che, su internet, erano in molti i follower del brand a chiedere persino l'orario di presentazione dello stesso: in effetti, il prezzo dello smartphone è accessibile, e consente un più democratico accesso a funzionalità che, altrove, si troverebbero su device più quotati. Bella l'idea di lanciare il prodotto prospettando, per pochi fortunati, la possibilità di avere - per poco o niente - un paio di cuffie in-ear Bluetooth molto avanzate.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!