Iscriviti

Umidigi One e One Pro: all’assalto dell’Occidente con eleganza, notch, e doppia postcamera

Umidigi, emergente brand cinese di telefonia mobile, dopo diversi mesi di preparazione, ha ufficializzato i due top gamma con cui intende aggredire ed affascinare l'Occidente: ecco gli Umidigi One e One Pro, ovviamente con notch e doppia fotocamera posteriore.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 10 luglio 2018, alle ore 18:58

Mi piace
6
0
Umidigi One e One Pro: all’assalto dell’Occidente con eleganza, notch, e doppia postcamera

Era Febbraio quando la hardware house cinese Umidigi solleticò l’attenzione dei media e dei fan accennando ad alcuni smartphone simil iPhone X che avrebbe presentato nei mesi successivi. Tra questi, vi era l’Umidigi One che, scelto dall’azienda per essere il suo primo top gamma “globale”, è stato finalmente svelato, con tanto di comunicato stampa ufficiale, in una duplice veste: sia standard che Pro.

Umidigi One, esteticamente, si presenta con una scocca (148.4 x 71.4 x 8.3 mm, per 180 grammi) molto elegante, nelle colorazioni “twilight” e “fibra di carbonio”, con un frontale in vetro curvo 2.5D che – grazie a cornici molto ben ottimizzate, e in virtù dello scanner biometrico posto di lato sotto il pulsante d’accensione laterale – dedica il 90% della sua superficie al display IPS. Quest’ultimo, da ben 5.9 pollici, con risoluzione da HD + (720 x 1520 pixel a 19:9) ed ottima densità d’immagine (403 PPI), ha l’ingombro compatto di un 5.2” ed è sormontato solo da un notch, pratico alloggio per la selfiecamera Samsungda 16 megapixel, con focale a f/2.0 e video HD – cui spetta anche il compito di avallare il Face Unlock.

Sul retro, spinta da una GPU Mali G71, campeggia una doppia fotocamera, con un sensore principale Omnivision da 12 (f/2.0, pixel grandi 1.12 micron, obiettivo da 1 / 2.8 ”) megapixel affiancato, per la profondità negli scatti, da un sensore secondario da 5 megapixel, con l’insieme che – abilitato per i video FullHD – scatta foto in HDR, anche con poca luce (ricorrendo al Flash Dual LED) o verso i soggetti in movimento (messa a fuoco con rilevamento di fase).
Il jack da 3.5 mm per le cuffie è presente in ambedue i modelli, come pure lo speaker stereo con amplificatori smart.

Ovviamente, le differenze non mancano, tra l’Umidigi One e l’Umidigi One Pro ma, attestata la presenza comune dell’octa core MediaTek Helio P23 (con clock massimo a 2 GHz) e di 4 GB di RAM, si riducono prevalentemente a pochi, ma importanti, dettagli. Innanzitutto, lo storage, pari a 32 GB (espandibili) nel modello standard, ed a 64 GB in quello Pro, mentre la batteria arriva a 3550 mAh nel primo (con ricarica rapida cablata a 10W) ed a 3250 mAh nel secondo (con ricarica rapida cablata a 18W, e wireless a 15W, 100% in 90 minuti).

Le connettività prevedono sempre il Bluetooth 4.2, il Wi-Fi n (con Direct), il Dual SIM con 4G (VoLTE) su ambedue le schedine e supporto a 36 bande (anche quella da 800 MHz), il GPS (con Glonass e A-GPS), la porta microUSB Type-C, ed il modulo NFC per i pagamenti contactless: il sistema operativo, invece, è Android Oreo 8.1. Per i prezzo, infine, l’Umidigi One è prezzato a 169.99 (139.99 in prevendita) dollari, mentre l’Umidigi One Pro costa 199.99 dollari (in prevendita 169.99).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Le differenze tra i due Umidigi, accomunati dal design, dalla potenza d'elaborazione, e dalle fotocamere, sono decisamente singolari: una di queste è l'autonomia, col modello Pro che ha una batteria più piccola, ma supportata da ricariche veloci più celeri, sia in ambito cablato che wireless. Anche il modulo NFC aggiunge valore, supportando i pagamenti a sfioramento, sempre più di moda anche in Occidente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!