Iscriviti

Sharp Aquos Zero: ufficiale il primo top gamma del 2019, con il più leggero 6 pollici al mondo

Sharp, dopo quasi tre mesi di affinamenti, ha ufficializzato il suo primo top gamma di questo inizio di 2019, presentando a Taiwan il suo nuovo Sharp Aquos Zero, un top gamma con tacca vecchia maniera, seppur ingentilita, ottime prestazioni, e prezzo onesto.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 9 gennaio 2019, alle ore 17:31

Mi piace
7
0
Sharp Aquos Zero: ufficiale il primo top gamma del 2019, con il più leggero 6 pollici al mondo

Sharp, il noto colosso dell’elettronica giapponese (in orbita Foxconn) tornato l’anno scorso in Europa con vari modelli di smartphone (Aquos B10, C10, D10), ha fatto il suo ingresso nel nuovo anno con un fresco top gamma, lo Sharp Aquos Zero, definito come il telefono da 6 pollici più leggero al mondo, finalmente ufficializzato – con tanto di specifiche confermate – dopo le anteprime di Ottobre che lo volevano lanciato entro l’inverno. 

Dati alla mano, Sharp può effettivamente vantare il primato in questione, grazie all’impiego – per la scocca IP68 dello Sharp Acquos Zero – di un mix di fibra aramidica (kevlar?) e lega di magnesio, che ha permesso di fissare la bilancia sui 146 grammi (per 154 x 73 x 8.8 mm). Il device si presenta con un frontale rinforzato (vetro Gorilla Glass 5) e curvo ai lati, permettendo al display OLED da 6.2 pollici WQHD+ (supportato nello spazio colore DCI-P3 e nei formati HDR 10/Dolby Vision) di fondersi alla perfezione con i bordi in alluminio della scocca, in colorazione Meteorite Black, con la quale costituisce un tutt’uno. 

La fotocamera frontale da 8 megapixel (f/2.2) è collocata in una tacca trapezoidale dalle linee sinuose, mentre – sul retro – in linea con lo scanner per le impronte e in posizione centrale – si trova la fotocamera principale, con messa a fuoco via rilevamento di fase, da 22.6 megapixel (f/1.9), implementata con HDR e modalità panorama, affiancata da un Flash LED: quest’ultima è capace di realizzare filmati nelle risoluzioni alternative 2160p@30fps o 1080p@30fps, stabilizzando le riprese sia elettronicamente che col giroscopio, mentre nell’ottenere gli scatti si avvale di una stabilizzazione ottica. L’audio, poi, impreziosito col Dolby Atmos, può sfogarsi attraverso due speaker stereo

All’interno, il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 845 e la GPU Adreno 630 si avvalgono di 6 GB di RAM, stoccando dati, file, app, e sistema operativo (Android Pie 9.0) sullo storage, non espandibile, da 128 GB. Dotato di una batteria da 3.130 mAh con ricarica rapida ma anche inversa (Power delivery 2.0) tramite microUSB Type-C, lo Sharp Aquos Zero annovera le connettività nanoSIM (4G cat 15), Bluetooth 5.0 (A2DP), Wi-Fi ac dual band (hotspot, direct), GPS (Glonass, Galileo, A-GPS, QZSS), ed un modulo NFC, ma non il jack da 3.5 mm. 

Il prezzo dello Sharp Aquos Zero, disponibile dal 15 Gennaio a partire dal mercato taiwanese, è di circa 565 euro (in base al prezzo di 19.990 dollari taiwanesi). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sembrava che il momento dell'Aquos Zero non dovesse più giungere quando Sharp, prendendo un po' in contropiede il mondo hi-tech concentrato su Las Vegas per il CES 2019, ha ufficializzato quando andava preparando da circa 2 mesi e mezzo. Il device, nelle sue foto stampa diffuse ad alta risoluzione, appare ancora più bello di quanto già non sembrasse nelle anteprime, e conferma tutta la qualità profusa dall'azienda in ambito multimediale ed elaborativo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!