Iscriviti

Poco F4 GT ufficiale con gli auricolari Poco Buds Pro Genshin Impact Edition il Poco Watch

L'evento allestito da Poco di Xiaomi ha svelato il gaming phone Poco F4 GT, con un hardware già visto, ma soprattutto il primo smartwatch del marchio, il Poco Watch, e la personalizzazione dei Poco Buds Pro dedicata a Genshin Impact.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 26 aprile 2022, alle ore 17:16

Mi piace
1
0
Poco F4 GT ufficiale con gli auricolari Poco Buds Pro Genshin Impact Edition il Poco Watch

Ascolta questo articolo

Nel corso di un evento ad hoc atteso da diverse settimane, Poco, sotto-brand low cost di Xiaomi, ha annunciato diversi nuovi prodotti, tra cui lo smartphone Poco F4 GT, gli auricolari Poco Buds Pro in Genshin Impact Edition, e lo smartwatch Poco Watch.

Fortemente mutuato dal Redmi K50 in Gaming Edition, il Poco F4 GT (162.5 x 76.7 x 8.5 mm, 210 grammi, nei colori Stealth Black, Cyber Yellow, Knight Silver) protegge con un vetro Gorilla Glass Victus il frontale, che propone un display (comunque sostituibile gratuitamente nei primi 6 mesi) AMOLED da 6.67 pollici, risoluto in FullHD+, con 120 Hz di refresh rate, 480 Hz di touch sampling, TrueColor con profondità colore a 10-bit (non a caso abbinato a due mesi gratis di YouTube Premium), 20:9 di aspect ratio, sensore biometrico a ultrasuoni, e valutazione A+ da Display Mate (per i 15 record di prestazioni ottenuti). Il foro in alto al centro propone una selfiecamera da 16 megapixel, col sensore Sony IMX596 (f/2.4). 

Sul retro, ove due triangoli lungo la lunghezza della scocca vengono ripresi anche nel lingottino della multicamera, è appunto alloggiata una tripla fotocamera, da 64 (Sony IMX686, f/1.9, video 4K@60fps), 8 (ultragrandangolo a 120°, f/2.2) e 2 (macro, f/2.4) megapixel. 

Il coinvolgimento multimediale prevede anche due trigger magnetici pop-up, usabili non solo durante i giochi, ma anche per altre routine (lanciare la fotocamera, la torcia, o la registrazione dello schermo), un poker di speaker simmetrici predisposti per il Dolby Atmos, il motorino vibrazionale CyberEngine

La presenza di tale componente è una delle tante conferme delle destinazioni d’uso del device, versato per il gaming. L’assetto elaborativo, basato sul processore Snapdragon 8 Gen1 di Qualcomm, coadiuvato nel lanciare rapidamente app e giochi dalla RAM LPDDR5 e dallo storage UFS 3.1, capaci di combinarsi negli allestimenti da 8+ 128 GB (599.90 scontati a 499.90 euro sino al 29 Aprile) e 12+256 GB (699.90 scontati a 599.90 euro sino al 29 Aprile), gode del sistema di raffreddamento LiquidCool Technology 3.0, con 4.860 millimetri quadrati di vapor chamber suddivisi tra 845 per raffreddare il processo di ricarica (i cui circuiti dedicati son stati spostati nella zona inferiore del device) e 4.010 dedicati a raffreddare memorie, processore, GPU, e schermo. 

La batteria, da 4.700 mAh, gode della ricarica rapida, via caricatore GaN da 120 watt attraverso la Type-C, riuscendo a rabboccarsi del tutto in 17 minuti (in 27 minuti dal 2% nel mentre si gioca), con l’accortezza della funzione AdaptiveCharge che, durante la notte, evita la sovratensione nel passaggio dall’80 al 100%. 

Corredato da diverse connettività, tra cui gli infrarossi, il GPS (Galileo, Glonass), il Wi-Fi 6E, il Bluetooth 5.2, l’NFC, il Dual SIM con 4 e 5G, il Poco F4 GT è mosso da Android 12 sotto l’interfaccia MIUI for Poco, con possibilità anche di personalizzare il LED posteriore. 

Oltre allo smartphone in questione, Poco ha svelato anche gli auricolari Buds Pro Genshin Impact Edition (dal 26 Aprile, su Po.co, al prezzo di 69.99 euro) dedicati all’omonimo gioco. In questa personalizzazione di color rosso, la custodia ricorda lo zaino di Klee, mentre la sua voce viene usata per le notifiche. Impermeabili IPX4, usano driver dinamici da 9 mm, affidando all’intelligenza artificiale l’adattamento (ai rumori ambientali e alle attività dell’utente) della cancellazione del rumore (sino a 35 decibel) e (via algoritmo) la riduzione dei rumori durante le chiamate (nitide). Anche grazie alla funzione di messa in pausa automatica quando tolti, i nuovi auricolari di Poco promettono fino a 28 ore di autonomia in tandem con la custodia, caricabile anche in wireless, capace di supportare la ricarica delle unità d’emissione in 10 minuti (o, in un’ora, sotto wireless). La connettività, invece, prevede il Bluetooth 5.2 con multi-point verso due dispositivi in contemporanea.

Il primo smartwatch del marchio (99.99 euro, ridotti a 69.99 sino al 29 Aprile), il Poco Watch (39.1 x 34.4 x 9.98 mm per 31 grammi, nei colori Black, Ivory e Blue, con cinturino in TPU) adotta un display squadrato da 1.6 pollici, formato da un pannello AMOLED risoluto a 320×320 pixel con 301 pixel per pollice su cui poter alternare più di 100 quadranti. Attrezzato con i sensori per la frequenza cardiaca, la saturazione dell’ossigeno nel sangue, la qualità del sonno, il wearable mette il multi-GPS, la bussola, il giroscopio e l’accelerometro al servizio del tracking verso più di 100 modalità di allenamento (tra cui il nuoto, essendo impermeabile sino a 50 metri) preinstallate, potendo anche rilevare in automatico qualora l’utente ne stia compiendo più d’una assieme. Sempre tra le specifiche, il Poco Watch annovera la batteria, da 225mAh che, caricata via connettore magnetico, promette 14 giorni di funzionamento. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sullo smartphone, preferisco un po' i colori della versione Mercedes, visto che in pratica è un Redmi K50 Gaming Edition. A parte questo, per carità, si tratta di un ottimo smartphone, potenzialmente un best buy, al pari degli accessori, auricolari e smartwatch presentati sempre con prezzi molto vantaggiosi, come da costume di Poco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!