Iscriviti

Oppo Reno 4 SE: nuovo medio-gamma di fascia alta per il multimedia

È Oppo il marchio della scuderia hardware BBK Electronics ad aprire le danze delle presentazioni hardware di inizio settimana, col colosso cinese che, volto a popolare la serie Reno 4, vi ha incluso il Reno 4 SE con una spiccata attenzione al multimediale.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 21 settembre 2020, alle ore 10:15

Mi piace
4
0
Oppo Reno 4 SE: nuovo medio-gamma di fascia alta per il multimedia

Una delle settimane più ricche di annunci per BBK Electronics è iniziata dalla Cina, ove il colosso asiatico ha presentato il medio-gamma di fascia alta Oppo Reno 4 SE, che va a far compagnia ai già noti Reno 4, Reno 4 Pro (anche in Artist Limited Edition), con pre-ordini già attivi e commercializzazione effettiva a far data dal 25 Settembre per le diverse varianti cromatiche e mnemoniche previste. 

Concepito in 3 differenti colorazioni (Super Flash Black, Super Flash Blue, Super Flash White) con suggestivi raggi di luce che si irradiano dal bumper squadrato posteriore, l’Oppo Reno 4 SE (160.5 x 73.5 x 7.85, per 169 grammi) opta per un foro in alto a sinistra, nel frontale, quale sede della selfiecamera, da 32 (Samsung GD1, f/2.4, stabilizzazione elettronica, abbellimenti AI) megapixel.

Ciò consente di dedicare il 90.8% di screen-to-body al luminoso (430 nits) e ben contrastato (100000:1) display AMOLED, quindi inclusivo di scanner biometrico sottostante, da 6.43 pollici, risoluto in FullHD+ (409 PPI) secondo l’aspetto panoramico a 20:9, molto adatto alla visione di film e serie TV (grazie al 100% sulla scala sRGB ed al 91.97% su quella DCI-P3), caratterizzato da 60 Hz di refresh rate e 180 Hz di frequenza di campionamento. 

A completamento del reparto imaging, concorre – sul retro, in alto a sinistra – una tripla fotocamera, da 48 (principale, f/1.7, autofocus, foto notturne, EIS, video 4K@30fps e slow motion 1080p@120 fps), 8 (ultragrandangolo a 119°, o 105° correggendo la distorsione laterale, f/2.2), 2 (macro, f/2.4) megapixel, assieme al Flash LED. Sotto il “cofano”, il processore octacore (2.4 GHz) MediaTek Dimensity 720 presentato a Luglio fa coppia con la GPU Arm Mali G57: RAM (LPDDR4X) e storage (UFS 2.0), invece, consentono di scegliere tra due allestimenti mnemonici, rispettivamente da 8+128 GB (2.499 yuan, o 312 euro) e 8+256 GB (2799 yuan, o 350 euro). 

Ottimo il comparto connettività, con l’Oppo Reno 4 SE che vanta il Dual SIM, il 4 e 5G, il Bluetooth 5.1, il GPS (Galileo, Beidou, Glonass), il Wi-Fi ac dual band), il jack da 3.5mm per le cuffie, e la microUSB Type-C per caricare rapidamente (il 100% in 37 minuti), a 65W (SuperVOOC 2.0), la batteria da da 4.300 mAh, coadiuvata nell’autonomia, oltre che dal processore menzionato, dall’adozione di Android 10 sotto l’interfaccia ColorOS 7.2.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non c'è che dire: l'Oppo Reno 4 SE completa bene (per ora) la serie dei medio-gamma Reno 4 con un modello che, tra batteria, display, e memorie, dovrebbe assicurare, con la complicità del 5G, appaganti e prolungati streaming, senza preoccuparsi troppo del fastidioso buffering. Suggestivo nelle colorazioni, il device vanta nel complesso dei buoni rapporti tra qualità e prezzo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!