Iscriviti

MWC 2020: anticipato il top gamma da primato ZTE Axon 10s Pro

Come spesso accade in vista di una fiera importante, ZTE non è riuscita ad esimersi dall'autospoilerarsi e, nello specifico, ciò si è tradotto nell'anticipazione del top gamma ZTE Axon 10s Pro, che verrà comunque esibito - con diversi primati - al MWC 2020.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 7 febbraio 2020, alle ore 09:31

Mi piace
7
0
MWC 2020: anticipato il top gamma da primato ZTE Axon 10s Pro

Nonostante alcune aziende (es. LG) abbiano incominciato dare forfait – causa coronavirus – in vista del MWC 2020 di Barcellona, ZTE dovrebbe presenziare alla fiera catalana per mostrare i nuovi top gamma delle serie Blade e Axon: proprio in merito alla seconda, però, il colosso cinese (uno dei primi a finire nel mirino di Trump) ha nelle scorse ore svelato, mediante pubblicazione sul sito ufficiale, quale sarà la scheda tecnica del venturo ZTE Axon 10s Pro.

Probabilmente allestito nelle nuance ocra, nero, e bianco, lo ZTE Axon 10s Pro (159.2 x 73.4 x 7.9 mm) si avvale di un classico ma ben ottimizzato notch a goccia di rugiada per ospitare la selfiecamera, da 20 (f/2.0) megapixel, equipaggiata con il Face Unlock: quest’ultimo, però, non è il solo meccanismo di protezione biometrica, visto che il costruttore ha integrato uno scanner per le impronte al di sotto del display, un oblungo (19.5:9) pannello AMOLED da 6.47 pollici, risoluto in FullHD+.

Di spalle, lungo il bordo di sinistra, ove spiccano i riferimenti al brand, alla gamma, al 5G, in alto è situata la multicamera: della stessa, in un semaforo alto, sono situati un sensore principale da 48 (f/1.7, pixel binning 4-in-1), ed uno ultragrandangolare (125°) da 20 (f/2.2) megapixel, mentre un secondo semaforo, poco sotto, ingloba tanto il Flash LED quanto un teleobiettivo da 8 (f/2.4) megapixel. Assente il jack da 3.5 mm, ovviato dal Bluetooth 5.0 per l’uso di cuffie senza fili, il segmento audio può contare anche su una coppia di speaker Ultra-Linear con ottimizzazione per l’audio spaziale “DTX X Ultra“.

Sotto il cofano, lo ZTE Axon 10s Pro è da primato, essendo – ad oggi – il primo smartphone a vantare il processore Qualcomm Snapdragon 865, un octacore (2.84 GHz) con scheda grafica Adreno 650 che, nel caso specifico, porta in dote anche il modem Snapdragon X55 per la connessione 5G standalone e non.

Inoltre, quanto a memorie, risultano in dotazione 6/12 GB di RAM LPDDR5 (forse il primo modello sul mercato, benché Xiaomi insegua con l’imminente Mi 10), capace di 5.500 Mbps di velocità (e, quindi, di veicolare 44 GB al secondo), mentre – in termini di storage – risponde all’appello un’archiviazione, non espandibile, pari a 128/256 GB in formato UFS 3.0: ambedue le componenti in questione, sintetizzate nelle configurazioni da 6+128 e 12+256 GB, risultano ulteriormente pompate, nelle performance di scrittura/lettura, dalle rispettive feature RAM-Booster e FS-Booster.

Il roster delle connettività dello ZTE Axon 10s Pro annovera il Dual SIM, il 4G, un modulo NFC, il Wi-Fi ax/6 dual band con antenne 2×2 MIMO, ed il GPS (anche con BeiDou e Galileo): grazie alla feature Link Booster, sarà possibile incrementare la velocità del 50%, e guadagnare in stabilità, mettendo assieme connessione stanziale Wi-Fi ax/6 e mobile 5G mentre, tramite la Type-C (con supporto all’USB Power Delivery), arriverà la ricarica rapida (Quick Charge 4+) alla batteria, da 4.000 mAh

Ancora ignoto il prezzo per gli allestimenti previsti, lo ZTE Axon 10s Pro arriverà sul mercato animato dall’interfaccia MiFavor 10, però calata sull’ormai superato Android Pie 9.0

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Di solito, sulle anticipazioni occorre andarci con i piedi di piombo ma, nel caso specifico, è stata la stessa azienda ad autospoilerarsi, forse per guadagnare un hype aggiuntivo ante-fiera: di sicuro, il nuovo Axon rispetta la tradizione della gamma, risultano un top gamma sempre innovativo, come nel caso specifico ove vengono portate all'esordio diverse novità di tipo prestazionale. Peccato, però, che in tutto ciò stoni, e non poco, l'adozione di Android Pie in luogo del recente Android 10.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!