Iscriviti

Meitu V7: super selfiephone anche nella esclusiva Tonino Lamborghini Edition

Con un evento ad hoc, Meitu - di recente affiliatasi a Xiaomi - ha annunciato un nuovo selfiephone top gamma, anche nella lussuosissima edizione limitata Tonino Lamborghini: ecco il nuovo Meitu V7, con super scheda tecnica al seguito.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 22 dicembre 2018, alle ore 22:50

Mi piace
16
0
Meitu V7: super selfiephone anche nella esclusiva Tonino Lamborghini Edition

Nel corso di un evento tenutosi in patria, il brand cinese Meitu – di recente passato (lato hardware) sotto l’ombrello protettivo di Xiaomi – ha annunciato uno dei suoi ultimi top gamma ancora fatti in casa, in veste dell’originale selfiephone Meitu V7, anche nella lussuosissima Tonino Lamborghini Edition.

Il Meitu V7 (75 x 176 x 10.5 mm, per 208 grammi, nelle colorazioni Cabernet Orange e Green Dream) mantiene la particolare forma esagonale allungata che contraddistingue i suoi predecessori, riprodotta – in piccolo – anche sul retro, per il modulo che ospita la doppia fotocamera posteriore.

In versione Tonino Lamborghini Edition (nelle opzioni mnemoniche 8/256 GB, e 8/512 GB), sfrutta la collaborazione col brand italiano dell’accessoristica luxury per l’uso di materiali realizzativi di estremo pregio: sotto la lucida postcamera, alberga una scocca in in fibra di carbonio, mentre il rivestimento esteriore è in pelle di vitello (come l’esclusiva custodia cucita a mano), con cucitura verticale centrale tricolore, elementi di fissaggio placcati in oro 18 carati, e predominanza del binomio cromatico bianco e rosso. 

Il frontale del Meitu V7 principia con una tripla selfiecamera, da 12 (Sony IMX363, normale) + 20 (Sony IMX350, grandangolare) + 8 (Sony IMX355, profondità) megapixel, supportata da AI ed algoritmi proprietari sia nell’effetto ritratto, che nell’ottimizzazione dei selfie notturni, e prosegue con il display. Quest’ultimo, poi seguito in basso da un leggero incavo oblungo per la scansione delle impronte digitali, è formato da un pannello AMOLED da 6.21 pollici, con risoluzione FullHD+, spazio colore DCI-P3, ed ottima densità d’immagine (406 PPI). Sul retro, la summenzionata doppia fotocamera fa la voce grossa grazie ad una stabilizzazione ibrida (ottica ed elettronica) ed a due Flash LED dual tone, posti ciascuno accanto al sensore fotografico di riferimento (12+8 megapixel).

Da top gamma anche la scheda logica del Meitu V7: gli 8 GB di RAM (LPDDR4x) assicurano estrema scorrevolezza al processore octa-core Snapdragon 845, ed alla GPU Adreno 630, mentre l’immagazzinamento dei dati, e del sistema operativo Android Pie 9.0, può contare – nel modello standard – su 128 GB di storage. Dotato di una batteria da 3.500 mAh, ricaricabile via microUSB Type-C, Meitu V7 ha esordito in commercio a circa 608 euro (4.799 yuan) per il modello normale, mentre, l’esclusivo allestimento Tonino Lamborghini Edition (con telecomando brandizzato TL per i selfie) è prezzato, per le due opzioni previste, a pressappoco 1.126 e 1.380 euro (ovvero, a 8.888 e 10.888 yuan).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Meitu è ammirevole per la sua scelta di procedere controcorrente a livello estetico: anche il suo V7 si distingue dalla grande omologazione che ha contagiato gli smartphone Android in seguito all'uscita dell'iPhone X e che, di volta in volta, ha portato i produttori ad abbracciare all'unisono il successivo notch a goccia, poi lo slide pop-up e, infine, il notch a isola con display bucato. Molto carina l'edizione limitata del top gamma, in ogni caso impressionante la scheda tecnica anche della variante standard.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!