Iscriviti

LG Stylo 4 vs Neffos C9/C9A/C7A/X9: la sfida degli entry level secondo i brand famosi

Un'interessante sfida hardware è quella che si è consumata nelle scorse ore, ad opera di due brand famosi, come LG e TP-Link, al centro di diversi annunci telefonici, aventi per protagonisti sia un piccolo "note" low cost, che svariati smartphone entry level.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 22 giugno 2018, alle ore 18:41

Mi piace
9
0
LG Stylo 4 vs Neffos C9/C9A/C7A/X9: la sfida degli entry level secondo i brand famosi

Il sempre più ricco panorama degli smartphone di fascia bassa, tra i più redditivi in assoluto del mercato mobile, si è appena arricchito anche della nuove proposta della coreana LG, tradottasi nel phablet LG Stylo 4 (venduto a 179 dollari), e di TP-Link, con i numerosi Neffos C9, C9a, C7a, ed X9.

LG Stylo 4

LG Stylo 4 (scocca metallica: 160.2 x 77.7 x 8.1mm, per 172 grammi) si propone come un phablet principalmente in ragione del display, e delle sue specifiche: in questo caso, il generoso (6.2 pollici) e discreto (392 PPI) pannello FullVision, fornito di risoluzione FullHD+ (per via dell’aspect ratio a 18:9), consente – grazie ad un digitalizzatore – l’uso della Stylus Pen per prendere appunti come se si fosse su un block notes. Peccato per la scelta del TFT al posto di un AMOLED.

La selfiecamera dell’LG Stylo 4 è una grandangolare da 5 megapixel (con HDR), mentre – sul retro – la fotocamera principale, con istantanea messa a fuoco via rilevamento di fase, arriva a 13 megapixel (f/2.4), e si accompagna col Flash LED.

Tra le risorse hardware coordinate dal sistema operativo Android Oreo 8.1 sotto interfaccia LG UX 7.0, e debitamente energizzate dalla batteria (3.300 mAh, con ricarica rapida via Type-C), spicca il processore a 8 core (1.8 GHZ) Snapdragon 450 coadiuvato da 2 GB di RAM nello sfruttare i dati stoccati nell’archiviazione locale da 32 GB (circa 20 disponibili), espandibile (a 2 TB).

Presenti le tradizionali connettività (Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 4.2, LTE cat.6 con banda 20, GPS con A-GPS, NFC, jack da 3.5 mm), ed un meccanismo securtivo (lo scanner biometrico posteriore), l’LG Stylo 4 merita una speciale menzione anche per la capacità di erogare una sonorità surround 3D (grazie al DTS: X Surround Sound).

Accomunati da Android Oreo 8.1 con interfaccia NFUI 8.0 arrivano (in Italia a Settembre) anche gli entry level TP-Link della rinnovata serie C, sostanziati nei Neffos C9 e C9A, C7A, oltre che nel device di fascia medio bassa X9.

Neffos C9 e C9A

I Neffos C9 (display FullViews da 5.99 pollici, con aspect ratio a 18:9, basati sulle tecnologia Full-in-View) e C9A (da 5.45 pollici) si rivelano molto adatti agli amanti dell’immagine: la selfiecamera, da 8 (C9) / 5 (C9A) megapixel, ha il grandangolo (86°), il Flash “softlight”, e 10 livelli di abbellimento per il filtro Beauty, mentre la postcamera, da 13 megapixel, mette sempre a fuoco i soggetti in movimento grazie all’autofocus e regala foto nitide grazie al vetrino blu che fa da filtro ai raggi infrarossi. Grosso modo uguale il resto della scheda tecnica dei due C9 (colorazioni Cloud Grey e Moonlight Silver), che annoverano un quadcore MTK6739WW, abbinato con una GPU IMG8XE1PPC e a 2 GB di RAM, con 16 GB di storage espandibile: equipaggiato con un 4G/LTE cat.4, ed il Dual SIM, la batteria è da 3.840/3.020  (C9A) mAh. Dei due, il Neffos C9 costerà 149.99 euro, il fratello minore 139.99.

Neffos C7A

Il compatto Neffos C7A (Grey, 109.99 euro), in versione light rispetto al modello del MWC 2018, è sprintato da un quadcore MTK6737 con GPU ARM Mali-T720 MP1, ottiene fluidità da 2 GB di RAM, e stocca i dati in 16 GB di archiviazione espandibile. Il display IPS HD è da 5 pollici, e si accompagna con una selfiecamera che, pur di soli 2 megapixel, si avvale della modalità Beauty a 10 livelli: sul retro, il rapido autofocus – assieme a Flash LED e HDR – corre in aiuto di un modulo da 8 megapixel (f/2.2). Dual SIM, il Neffos C7A adotta una batteria da 2.330 mAh.

Decisamente migliore è la scheda tecnica dell’ultimo Neffos X9 (199.99 euro) che, scheda tecnica alla mano, si fa fatica ad escludere a pieno titolo dalla fascia media. Il frontale, grazie ad esili cornici (1.99 mm), dedica l’84.6% del frontale al display in-cell da 5.99 pollici, con risoluzione HD+, trattamento anti affaticamento degli occhi (filtro luce blu) e visione notturna. La selfiecamera, usata anche per il Face Unlock (lo scanner per le impronte – comunque – c’è), è da 8 megapixel, e si avvale – oltre che del già citato filtro Beauty – anche degli algoritmi ArcSoft per gli autoscatti mentre, sul retro, la doppia fotocamera, da 13+5 megapixel, dispone sia di una buona apertura del focale (f/2.0, onde catturare molti dettagli), che della messa a fuoco con rilevamento di fase. A livello logico, il quadcore MT6750 e la GPU ARM Mali-T860MP2 godono di un maggior ammontare di RAM (3 GB) e storage (32 GB), espandibile (128 GB): la batteria, infine, ha una capienza di 3.060 mAh.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sarei curioso di provare qualche Neffos: l'ultimo dei suoi smartphone citati in questa rassegna sembra ben discreto. Considerando chi li produce, almeno sulla connettività non dovrebbero esservi problemi di sorta. Diverso il discorso di LG, non una sorpresa come azienda: il suo Stylo 4 potrebbe ben figurare anche al di là dell'Atlantico (per ora è riservato agli USA), specie per coloro che vogliono un Note senza spendere cifre esagerate.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!