Iscriviti

Lenovo rilancia gli smartphone proprietari con Lenovo Z5 Pro GT, Lenovo Z5s, e Lenovo S5 Pro GT

Lenovo, già attiva nella telefonia mobole con i Motorola, dopo aver presentato alcuni nuovi portatili professional, ha annunciato anche un terzetto di nuovi smartphone col proprio brand nativo, rappresentati da un top gamma, un middle- range ed un entry level.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 18 dicembre 2018, alle ore 19:35

Mi piace
6
0
Lenovo rilancia gli smartphone proprietari con Lenovo Z5 Pro GT, Lenovo Z5s, e Lenovo S5 Pro GT

Lenovo (messi da parte i nuovi ThinkPad) ha rotto gli indugi ed ha presentato uno dei primi smartphone, il Lenovo Z5 Pro GT, ad arrivare in commercio con il processore Qualcomm Snapdragon 855, ammirato per le sue prestazioni da vertice nei test hardware di AnTuTu. Oltre a ciò, il produttore cinese ha annunciato anche il middle-level Lenovo Z5s, ed il più accessibile Lenovo S5 Pro GT.

Il nuovo Lenovo Z5 Pro GT, anche con inserti rossi e scocca carbon black con trama carbon fiber, da un punto di vista meramente estetico, è la prosecuzione del suo recente predecessore, il Lenovo Z5 Pro, col quale condivide un frontale tutto display (body-to-screen del 95.06%) ottenuto nascondendo lo scanner per le impronte sotto il display, un pannello AMOLED da 6.39 pollici, con risoluzione FullHD+ (aspect ratio a 19.5:9), con la doppia selfiecamera da 16+8 megapixel (con proiettori IR per il face unlock anche notturno) e la capsula auricolare nascosti in un pop-up estraibile.

Anche sul retro, la fotocamera principale (f/1.8, messa a fuoco con rilevamento di fase, tecnologia per l’accorpamento di 4 pixel in 1, Flash LED dual tone, e tecniche AI perfezionate per il night mode ed il riconoscimento scene), qui affidata ad un partner giapponese d’eccezione, è duplice, con il sensore Sony IMX576 da 24 megapixel affiancato dal Sony IMX519 con risoluzione da 16 megapixel.

Presente una batteria da 3350 mAh, ricaricabile rapidamente a 5V/3 via USB Type-C (ma non supportata dalla ricarica wireless), il processore adottato è – appunto – l’octa-core (2.4 GHz) Snapdragon 855 mentre la GPU è una Adreno 640, con memoria RAM (LPDDR4x) e storage (espandibile via microSD) che danno vita a quattro configurazioni differenti: 6+128 (345 euro, o 2.698 yuan), 8+128 (380 euro, o 2.998 yuan), 8+256 (430 euro, o 3.398 yuan), 12+512 GB (circa 560 euro, o 4.398 yuan).

Assente il jack da 3.5 mm (con l’audio comunque beneficiato dal Dolby Panoramic Sound/Dolby Atmos), il Lenovo Z5 Pro si avvale del Dual SIM, del Wi-Fi ac dual band, del Bluetooth 5.0, del GPS, e di un modulo NFC per i pagamenti contactless, lasciando all’interfaccia proprietaria ZUI 10 il compito di rivestire Android Pie 9.0.

Di fascia media è il Lenovo Z5s, un device resistente agli spruzzi d’acqua con rivestimento 2PI (156.7 × 74.5 × 7.85 mm, per 172 grammi) nelle colorazioni Starry Night, Honey Orange, e Titanium Crystal Blue, e nelle combinazioni di RAM (LPDDR4X) + storage (espandibile a 256 GB) da 4+64 (178 euro, o 1.398 yuan), 6+64 203 euro, o 1.598 yuan), e 6+128 GB (241 euro, o 1.898 yuan). In questo caso, contrariamente alle attese, niente display forato, ma un normale notch a goccia, al cui interno opera la selfiecamera da 16 megapixel (f/2.0, accorpamento di 4 pixel in 1, abbellimento dei selfie e sblocco facciale tramite AI), posta sopra il display LTPS IPS da 6.39 pollici, con risoluzione FullHD+ (aspect rario a 19,5:9 e body-to-screen del 92.6%).

L’octa core (2.2 GHz) Qualcomm Snapdragon 710 e la GPU Adreno 616, assieme alla batteria da 3.300mAh mAh (ricaricabile via Type-C), ed al sistema operativo ZUI 10 (basato su Android Pie 9.0 e con supporto al 4D U-Touch per il gaming), animano questo middle-level Lenovo Z5s che, sul retro in vetro Gorilla Glass, si propone con una triplice fotocamera posteriore con zoom ottico 2x ed autofocus con rilevamento fasico, da 16 (f/1.8, normale) + 8  (f/2.4, grandangolare) + 5 (f/2.4, teleobiettivo) megapixel, con Flash LED dual tone, riconoscimento scene, effetto Bokeh, e ottimizzazioni ArcSoft. L’uso in mobilità è garantito dalla tradizionale sequenza di GPS, 4G con VoLTE su ambedue le SIM, Wi-Fi ac a doppia banda, Bluetooth 5.0, mentre l’audio dual speaker si avvale dello standard Dirac+.

Per un maggior risparmio, infine, Lenovo ha annunciato anche l’entry level Lenovo S5 Pro GT, versione potenziata del Lenovo S5  Pro di un paio di mesi fa: il nuovo arrivato si presenta con una scocca (154.5x 75,45 x 7.7 mm, per 170 grammi) allestita nelle colorazioni oro, nero, e blu, con doppia fotocamere sia nel retro (ove è posto lo scanner per le impronte), da 12 (f/1.8) + 20 (f/2.6) megapixel, che sul davanti, da 20+ 8 megapixel, grazie alla tacca trapezoidale presente sopra il display, un LCD IPS da 6.2 pollici, con risoluzione FullHD+.

Per l’upgrade, Lenovo ha scelto un processore Qualcomm Snapdragon 660, mentre le memorie si combinano in tre configurazioni alternative, da 4+46 GB (152 euro, o 1.198 yuan), 6+64 GB (165 euro, o 1.298 yuan), e 6+128 GB (190 euro, o 1.498 yuan). Affidato l’audio al jack da 3.5 mm, ed alle ottimizzazioni Dirac Audio, le connessioni del Lenovo S5 Pro GT si sostanziano in Dual SIM, Wi-Fi ac a doppia banda, Bluetooth 5.0, 4G con VoLTE, GPS, e microUSB Type-C per la ricarica rapida (a 18W) della batteria, da 3.500 mAh. Il sistema operativo è Android Oreo 8.1 che, grazie all’interfaccia ZUI 5.0, guadagna una vantaggiosa Gaming mode.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Che dire: è un peccato che Lenovo si presenti in Occidente solo col brand Moto (Motoriola, quindi). Anche il proprio brand principale (l'altro era ZUK) non è affatto male e, dagli annunci di oggi, si può notare una certa attenzione verso tutte le esigenze tecniche e le fasce di mercato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!