Iscriviti

Lenovo presenta i nuovi smartphone di fascia medio bassa Moto G6, G6 Plus, e G6 Play

Motorola, in gran spolvero sotto la direzione di Lenovo, ha arricchito la fascia medio bassa del mercato dei suoi nuovi Moto G6 (standard, Plus, e Play), con Android Oreo, scocca in vetro 2.5D, ricarica rapida, doppie fotocamere, Face ID.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 21 aprile 2018, alle ore 13:00

Mi piace
12
0
Lenovo presenta i nuovi smartphone di fascia medio bassa Moto G6, G6 Plus, e G6 Play

Motorola, il celebre brand della telefonia mobile tornato in gran spolvero sotto la direzione della (nuova) casa madre Lenovo, ha annunciato – nei giorni scorsi – diversi nuovi smartphone, alcuni dei quali inclusi nella gamma G6, contraddistinta da terminali di fascia medio-bassa.

Elementi comuni dei 3 Motorola G6 (Moto G6, Moto G6 Plus, Moto G6 Play), previsti in 4 colorazioni (Black, Indigo Blue, Rose Gold, e Silver), sono l’esser animati da un Android 8.0 quasi stock, e l’aver adottato una scocca in vetro, sia nel retro, ove campeggia nel solito “oblò” circolare sporgente la fotocamera principale, che nel frontale ove, pur non potendosi annoverare delle cornici propriamente invisibili, si è comunque riusciti a introdurre dei display nell’aspect ratio 18:9, delegando la lunetta bassa a contenere lo scanner per le impronte (nei primi 2 modelli). Il tutto all’insegna di un design che ricorda quello del Moto X4

Moto G6

Il Moto G6 (da 249 euro), dal punto di vista multimediale, presenta un display LCD IPS da 5.7 pollici FullHD+, sormontato da una selfiecamera che sfrutta i suoi 8 megapixel (con Flash LED) anche per lo sblocco via scansione del viso: sul retro, la fotocamera principale è doppia, da 12 (f/1.8) + 5 megapixel, sempre munita di Flash LED, e gira video a 1080p@60fps. Gradita presenza, quella del jack da 3.5 mm per le cuffie cablate. Il processore Snapdragon 450 (con GPU Adreno 506) si avvale di 3/4 GB di RAM, attingendo i dati da uno storage, espandibile, da 32/64 GB. L’energia, attinta da una batteria da 3.000 mAh con ricarica rapida TurboPower via microUSB Type-C, viene utilizzata anche per sostenere il set di connettività, comprensivo di Dual SIM, Wi-Fi n, Bluetooth 4.2, 4G/LTE (VoLTE), GPS (A-GPS, GLONASS).

Moto G6 Plus

Il Moto G6 Plus (da 299 euro) ha un sistema di fotocamere simile a quello del G6 standard, eccezion fatta per il primo sensore della doppia postcamera, con focale a f/1.7 e Dual Autofocus, e per i video, girati in 4K@30fps: anche qui è presente il jack da 3.5 mm, ma il display, in questo caso, si eleva a 5.93 pollici, pur rimanendo un LCD IPS FullHD+. Il più performante processore Snapdragon 630 (con GPU Adreno 508) viene associato a due differenti configurazioni di memoria (RAM e storage), alternative: quella da 4+64 GB, e quella da 6+128 GB. Tra le altre differenze, rispetto al modello standard, figurano alcune connettività migliorate (Wi-Fi ac dual-band, ed il Bluetooth 5.0), e la conseguente batteria elevata a 3.200 mAh.

Moto G6 Play

Il più basico del terzetto è il Moto G6 Play (da 199 euro), versato per l’intrattenimento multimediale: ben supportati da una batteria da 4.000 mAh, con ricarica rapida (però tramite microUSB), troviamo un LCD IPS da 5.7 pollici FullHD+, ed un sistema fotografico con una selfiecamera da 8 megapixel ed una mono fotocamera posteriore, da 13 megapixel, ma con focale a f/2.0 e Flash Dual LED. Per la parte computazionale, Lenovo ha scelto il più risparmioso Snapdragon 427 (con GPU Adreno 308) abbinato a 2 o 3 GB di RAM, e 16 o 32 GB (espandibili) di storage. Da segnalare che, in tale modello, vi è solo un sistema di autenticazione, ovvero lo scanner per le impronte (in questo modello sul retro), mancando il sistema di Face ID presente nei più potenti G6 e G6 Plus.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Valutando anche i prezzi, credo che la scelta migliore - nel terzetto - sia quella del G6 Plus da 4+64 GB di memorie: per 299 euro circa (prezzi convertiti), si ottiene un device certo più potente del modello standard, anche nella capacità di effettuare riprese in 4K. In alcuni mercati pare che la sua selfiecamera sia da 16 megapixel, e questo lo renderebbe decisamente un non plus ultra.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!