Iscriviti

Google: addio per sempre ai tablet, si produrranno solo computer portatili

Google dice addio ai tablet, anche se Android continuerà a sviluppare sistemi operativi per i propri partner. La società americana ha deciso di puntare sui pc portatili.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 23 giugno 2019, alle ore 13:15

Mi piace
8
0
Google: addio per sempre ai tablet, si produrranno solo computer portatili

Dopo solo un anno dalla presentazione del tablet di Google, il Pixel Slate, ecco che va già in pensione. Il colosso di Mountain View è alle prese con svariati progetti, e sicuramente, quando ci si trova con un prodotto che non soddisfa le aspettative, viene messo rapidamente da parte per fare spazio ad altre innovazioni. Questa volta si tratta di un qualcosa di ben più profondo: Google ha dichiarato di non voler mai più sviluppare, e dunque vendere, alcun tipo di tablet, fermando così lo sviluppo di due modelli che sarebbero stati i successori del Pixel Slate.

In alternativa agli “smartphone” con schermo da 10 pollici, Google si concentrerà maggiormente sulla produzione di computer portatili. La notizia è stata confermata dal direttore della divisione hardware tramite un post su Twitter.

Google: sì ai portatili, no ai tablet

Il team hardware si concentrerà sulla produzione di laptop: tuttavia, la divisione Android e ChromeOS continueranno a collaborare con i propri partner per lo sviluppo dei tablet. Da queste informazioni è possibile capire il percorso intrapreso da Google nel futuro e i suoi piani di sviluppo.

È stato ritenuto che i tablet non fossero capaci di far crescere il fatturato. Invece, stanno puntando molto sul Chromebook, un portatile economico, di fascia medio-bassa, che ha raggiunto importanti traguardi per ciò che riguarda il numero di vendite. 

Un altro dubbio degli utenti è rappresentato da che fine abbiano fatti i due prototipi e gli sviluppi finora effettuati dei due tablet eredi del Pixel Slate. Alcuni rumors spiegano che i test di qualità non hanno raggiunto i livelli attesi e quindi, invece di ricominciare da zero per migliorare ciò che non convinceva, hanno preferito cancellare tutto. Questa decisione, però, è stata presa di punto in bianco, ed infatti anche i dipendenti sono stati informati solo mercoledì scorso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Avranno sicuramente i loro buoni motivi per aver stoppato la produzione e le vendite dei propri tablet. Forse perché lo smartphone e il phablet sono decisamente più pratici poiché di dimensioni più compatte. Io ad esempio preferisco molto di più un laptop, anziché un tablet con la tastiera aggiunta. Il laptop costa di meno.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

23 giugno 2019 - 17:58:00

Staccabile.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Francesco Menna

23 giugno 2019 - 18:04:04

Ah ok, giustamente :P

0
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

23 giugno 2019 - 13:17:22

Secondo me, non produrre più Pixel Slate sarebbe un errore, anche perché - essendo pignoli - non sono proprio tablet, ma 2-in-1 detatachable con una spiccata propensione - rispetto ai semplici tablet - alla produttività.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Francesco Menna

23 giugno 2019 - 17:32:33

detatache? :O Che significa?

0