Iscriviti

Cat S60, il primo smartphone al mondo con muscoli e fotocamera termica

Molti smartphone vantano resistenze elevate ma sino ad ora non si era mai visto qualcosa di simile. Parliamo dell'ultima creatura della Caterpillar, lo smartphone rugged "Cat S60", il primo al mondo a essere dotato di fotocamera termica!

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 20 febbraio 2016, alle ore 12:04

Mi piace
3
0
Cat S60, il primo smartphone al mondo con muscoli e fotocamera termica

Caterpillar è un’azienda che, da anni, produce ottimi smartphone per il lavoro caratterizzati da feature ad hoc e da una resistenza a dir poco spettacolare. Anche con l’ultimo arrivato, il Cat S60, Caterpillar dimostra di non smentire affatto la fama che la circonda: il nuovo Cat S60, dotato di una scheda tecnica di elevato profilo, resiste a cadute da quasi 2 metri, può esser usato sott’acqua, e vede al buio grazie alla sua fotocamera termica.

Cat S60, un duro della telefonia mobile

Cat S60 è innanzitutto uno smartphone resistente: lo si nota dal fatto che abbia ottenuto la certificazione militare “MIL 810G” che ne accerta la capacità di resistere a cadute da 1,8 metri di altezza. Anche l’uso in immersione è possibile grazie a delle linguette metalliche che, di fatto, blindano lo speaker e le varie uscite di connettività.

Capacità di calcolo

A parte questo, la scheda tecnica è impressionante. Al suo interno troviamo un processore otto core Snapdragon 617, cloccato a 1,5 GHz ed un banco di RAM da ben 3 GB: lo storage interno, ovvero la ROM per le app e il sistema operativo, ammonta a 32 GB ed è espandibile via schede microSD.

Multimedia

La multimedialità punta di un audio definito di assoluto livello (anche in modalità Radio) e su un display HD da 4.7 pollici (con risoluzione di 280 x 720 pixel e luminosità massima di 540 nits) protetto addirittura dalla resistentissima tecnologia Gorilla Glass di 4a generazione. La fotocamera anteriore, per i selfie, ammonta a 5 megapixel ma il vero spettacolo, consentitemi, è sulla fotocamera posteriore: quest’ultima ha 13 megapixel ed un Flash LED (per foto in scarsa luminosità) e sin qui, niente di speciale. Il vero effetto “wow” si ottiene con il fatto che quest’ultima, impermeabile, è abbinata ad una thermal camera Flir, con sensore Lepton, che consente di scrutare persino al buio, attraverso agenti oscuranti (come il fumo), fonti e punti di calore: in questo modo, il professionista del caso potrà facilmente individuare componenti elettriche difettose ed eventuali perdite o dispersioni di calore. Anche i vigili del fuoco, tanto per dirne una, potrebbero andar matti per un tale gioiellino.

Connettività, sensori, autonomia

La connettività ha tutto quel che può servire, nel caso del Cat S60: in particolare quest’interessante Dual SIM ha il Wi-Fi n, il Bluetooth 4.1, un chip NFC, ed il supporto al velocissimo standard 4G LTE. Tra i vari sensori, non mancano il barometro ed il localizzatore GPS. Il tutto è condito da una batteria molto capiente, da 3.800 mAh, provvista di ricarica veloce Quick Charge 2.0 (non l’ultima versione, quindi).

Lato software, il Cat S60 si affida all’ultimo Andorid Marshmallow ed ha diverse funzionalità per individuare il calore a 15 metri di distanza, annotando la temperatura precisa, il valore massimo/medio/minimo della fonte di calore “presa di mira” dalla thermal camera posteriore.

Disponibilità e prezzo

Carterpillar potrebbe presentare il suo smartphone da lavoro, il tostissimo Cat S60, allo stand presso il WMC 2016 di Barcellona (22-25 Febbraio 2016) e commercializzato nella prima metà dell’anno, verso l’Aprile 2016 ad un prezzo elevato – ma giusto – di 649 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In passato mi è capitato di vedere dei portatili rugged, per lo più della Panasonic (se non erro) e della serie Toughbook: erano dei mostri di resistenza contenuti all'interno di valigette da carpentieri iper-corazzate. Lo stesso mi sembra di notare quando guardo la scocca con cui è bardato questo Cat S60: è 'muscoloso' e non ha punti deboli. Lo si può lanciare contro il muro, lasciar cadere, pungolare con un chiodo ed esser sicuri che ne uscirà indenne. Oltre a questo è anche in grado di vedere, al buio, le fonti di calore! E le caratteristiche da "normale smartphone": eccellenti sotto ogni punto di vista. Chi lo usasse, anche per svagarsi non se ne pentirebbe e, forse, non sarebbe mai costretto a portarlo in assistenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!