Iscriviti

Asus ZenFone Zoom S: anche in Italia il miglior cameraphone al mondo

Asus, colosso taiwanese della tecnologia, presenta - forse - il miglior smartphone multimediale sulla piazza, frutto di diverse implementazioni sia hardware che software: ecco l'Asus ZenFone Zoom S, con una megabatteria che non lascerà mai in panne.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 15 maggio 2017, alle ore 20:01

Mi piace
13
0
Asus ZenFone Zoom S: anche in Italia il miglior cameraphone al mondo

La taiwanese Asus ha confermato l’arrivo, anche nel Bel Paese, del suo miglior cameraphone Android, l’Asus ZenFone 3 Zoom, che – implementato con alcune migliorie tecniche – avrà il nome, leggermente diverso, di “Asus ZenFone Zoom S“.

Asus ZenFone Zoom S ha uno chassis in alluminio satinato, che ben si fonde col display in vetro, grazie alla leggera curvatura 2.5D presente ai lati: il risultato è un device elegante, che restituisce un gradevole feel anche al tocco.

Display e selfiecamera

Il frontale può vantare il nuovo Gorilla Glass 5, del 70% più resistente della passata generazione, a protezione del display AMOLED 5.5 pollici, con risoluzione FullHD, elevata luminosità (500 nits, ottimo per la fruizione all’aperto), e gamma cromatica NTSC superiore al 100%, e della selfiecamera: quest’ultima, basata su un sensore Sony MX214 da 13 megapixel, ha il focale a f/2.0, è strutturata secondo 5 lenti Largan Precision, e simula il Flash con l’illuminazione del monitor: in questo modo il selfie, anche di gruppo (grandangolo a 140°), è sempre gratificante. 

Fotocamera posteriore

La fotocamera posteriore, di tipo dual, è decisamente spettacolare: il primo sensore da 12 megapixel si concentra sui primi piani, grazie allo zoom ottico da 2.3x (che diventa da 12x complessivi, grazie a quello digitale), mentre la distanza focale da 59 mm permette di avvicinare i soggetti, facendo risaltare la profondità, e lo sfondo. Il secondo sensore, basato su un obiettivo SONY IMX362 da 12 megapixel con lente grandangolare, si occupa di ottime foto panoramiche: è possibile passare da un sensore all’altro, o unirne le risultanze per ottenere effetti bokeh notevoli.

Focus: foto, video, luminisità, e messa a fuoco

Le foto serali, o con poca luce, trarranno giovamento dai pixel grandi appena 1,4 micron, dal controllo manuale dell’ISO, dalla tecnologia “ASUS SuperPixel”, e dalla modalità “Enhanced Low Light” (fusione di 4 pixel adiacenti in una macro-unità con maggiore sensibilità). La messa a fuoco, sempre molto rapida (0.03 secondi), è anche molto precisa, grazie alla combinazione di 3 tecnologie (messa a fuoco laser, messa a fuoco con rilevamento di fase Dual, ed il subject tracking) che sceglie quella più idonea al soggetto inquadrato. In tema di foto e video, le prime saranno sempre cariche di dettagli, grazie al formato RAW ed alla modalità “Super Resolution” (combinazione di 4 foto da 12 megapixel in una da 48 complessivi), e realistiche, grazie al sensore per la correzione del colore RGB, mentre i video – realizzati in 4K – saranno senza sfarfallii, in virtù dell’azione combinata di stabilizzatore ottico e digitale. 

Segmento audio

L’impegno svolto da Asus sul comparto audio si è svolto su più livelli. Alla potenza si è lavorato grazie al fatto che gli altoparlanti a magneti hanno una bobina metallica, ed usufruiscono di una camera di risonanza implementata con l’amplificazione smart di NXP. Alla sonorità surround ha contribuito il supporto allo standard DTS Headphone:X™ 7.1, mentre la certificazione High-Res Audio, e la tecnologia SonicMaster, hanno prodotto un’acustica sempre molto nitida e cristallina. Qualità, queste, di alta fedeltà (High-Res 24-bit/192 KHz), riscontrabili anche nell’uso delle cuffie. 

Comparto logico

A cotanto sfarzo multimediale contribuisce un centro di calcolo da primo della classe. Il processore è un Qualcomm a 8 core, lo Snapdragon S625, con 2.0 GHz di frequenza di clock, mentre la scheda grafica è una Adreno 506: la RAM arriva a 4 GB, mentre lo storage prevede un taglio da 128 GB (EMCP), più l’espandibilità fisica a 2 TB via microSD, e cloud via WebStorage (5 GB per sempre), e GDrive (100 GB per 2 anni).

Connettività ed autonomia

Il set di connettività dell’Asus ZenFone Zoom S prevede il Dual SIM, il WiFi 802.11 b/g/n, il Bluetooth 4.2, 4G/LTE (cat. 7, a 300 Mbps), ed il GPS (con A-GPS, GLONASS, BDS): la porta microUSB 2.0 Type C (con OTG) può ricaricare la maxi batteria da 5000 mAh (non impatta nè sullo spessore, da 7.99 mm, nè sul peso, da 170 grammi), sfruttandola anche come power bank, grazie al reversible connector: l’autonomia, sotto ogni profilo d’uso, è notevole (48 ore di conversazione in 3G, 25 di browsing sotto Wi-Fi, 6.4 ore di registrazione 4K, e 42 giorni in stand-by) e, qualora servisse, la ricarica rapida in 10 minuti regala ulteriori 5 ore di telefonate. 

Distribuzione: colorazioni e prezzo

Previsto nelle colorazioni Navy Black, Glacier Silver, Rose Gold, l’Asus ZenFone Zoom S è prezzato ad un prezzo neanche tanto alto (499 euro) visto quanto offerto: peccato solo per il sistema operativo, ancora fermo ad Android Marshmallow 6.0.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mamma mia quanta roba! Non è una sorpresa che gli smartphone attuali siano delle piccole fotocamere sempre più perfette e che, sovente, sostituiscano anche il vecchio lettore mp3: Asus, con lo ZenFone Zoom S, però, ha fatto le cose decisamente in grande. I parametri e le ottimizzazioni, sia hardware che software, su fotocamere, display, ed audio, sono tali e tanti che, onestamente, si fatica a trovarvi qualche difetto! L'autonomia e la potenza, poi, sembrano ben studiati per supportare quanto sopra elencato: ben fatto, Asus!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!