Iscriviti

Wolfgang Schaeuble: In Europa rivoluzione con modello Stati Uniti

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha avvertito che perdere battaglia contro la disoccupazione giovanile potrebbe lacerare l'Europa.

Lavoro
Pubblicato il 28 giugno 2013, alle ore 12:08

Mi piace
0
0
Wolfgang Schaeuble: In Europa rivoluzione con modello Stati Uniti
Pubblicità

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha avvertito che perdere battaglia contro la disoccupazione giovanile potrebbe lacerare l’Europa, e rinunciare al modello di welfare del continente a favore di quello degli Stati Uniti avrebbe come conseguenza una rivoluzione.

Germania, Francia, Spagna e Italia,  devono intervenire urgentemente per salvare una generazione di giovani europei che rischiano di non trovare posti di lavoro.

“Abbiamo bisogno di più successo nella nostra lotta contro la disoccupazione giovanile, altrimenti perderemo la battaglia per l’unità dell’Europa”, ha detto Wolfgang Schaeuble .

Mentre la Germania insiste sull’importanza di un consolidamento di bilancio, Schaeuble ha parlato della necessità di preservare il modello di welfare europeo.

Se verranno introdotti gli standard di benessere degli Stati Uniti in Europa, “avremo una rivoluzione, non domani, ma in quello stesso giorno”, ha aggiunto Schaeuble in una conferenza a Parigi.

Mariano Rajoy, primo ministro di una Spagna dove la disoccupazione giovanile è tra i più alti in Europa, chiede per la zona euro di triplicare gli aiuti alle piccole imprese e consentire ai governi di sovvenzionare l’assunzione di lavoratori più giovani, senza sanzioni per le spese eccessive.

“Dobbiamo salvare una intera generazione di giovani che hanno paura. Abbiamo a disposizione la generazione più istruita e noi la stiamo mettendo in attesa. Ciò non è accettabile”, ha detto il ministro italiano del Lavoro Enrico Giovannini.

Per Rajoy, sia la Banca europea per gli investimenti che la Banca Centrale Europea dovrebbero fare di più per facilitare il flusso di credito alle piccole imprese.

Le PMI in Spagna e in gran parte del sud Europa pagano tassi molto più alti per i prestiti rispetto ai loro omologhi del nord. La disoccupazione giovanile in Spagna è sopra il 57 per cento, e i licenziamenti continuano favorendo la recessione.

“Con tutto il rispetto per la sua indipendenza, credo che la BCE possa e debba fare di più”, ha detto Rajoy in un discorso al termine della conferenza.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!