Iscriviti

Unione Europea: al via 18mila occasioni di volontariato entro il 2020

Un'iniziativa dell'Unione Europea dà il via a 18mila posti di volontariato che verranno a crearsi entro il 2020. Parte il programma EU Aid Volunteers, volto a formare un esercito di volontari per aiutare il resto del mondo nei momenti difficili

Lavoro
Pubblicato il 18 marzo 2014, alle ore 11:48

Mi piace
0
0
Unione Europea: al via 18mila occasioni di volontariato entro il 2020

E’ stato approvato dall’Unione Europea un programma di volontariato chiamato EU Aid Volunteers, che recluterà ben 18mila volontari entro il 2020. Un progetto ambizioso, che ha fatto il suo percorso anche negli anni passati perché inserito nel trattato di Lisbona, ma adesso ratificato dalle norme dell’UE con progetti specifici. Il programma prevede l’inserimento di volontari che hanno voglia di dedicarsi alle attività umanitarie di emergenza accanto a delle associazioni approvate dal consiglio di Bruxelles, anche non governative.

La commissaria europea Katalina Georgieva afferma che il progetto Volontari europei per l’aiuto umanitario è un’opportunità unica per affiancare seriamente le situazioni di emergenza, e lo scopo principale di questa iniziativa è proprio quello di unire le forze per garantire solidarietà ai sofferenti e aiuti umanitari concreti.  Al programma possono partecipare i cittadini maggiorenni che fanno parte dell’unione europea, e ci si può candidare in base alle prerogative richieste, che prevedono diversi profili.  Non vi sono apparentemente limiti di età per i giovani, è fondamentale però essere animati da un forte senso di umanità e predisposizione a mettersi al servizio altrui.  Al progetto possono aderire sia coloro che hanno già fatto esperienze di questo tipo ma anche coloro che per la prima volta si avvicinano al mondo del volontariato.

Il programma sarà attuato in autunno e sarà gestito attraverso un sistema di collaborazione tra le organizzazioni prevalenti in Europa, che avranno il compito di individuare i progetti umanitari più urgenti e richiedere i finanziamenti all’UE. Il progetto passerà all’esame della commissione europea e, all’approvazione, saranno destinati immediatamente i fondi per far partire i volontari. Le persone scelte per partecipare ai progetti saranno selezionati tra coloro che hanno deciso di far parte di questa iniziativa, senza quote fisse per i vari paesi. Ad esempio, dall’Italia possono partire 20 persone e dal Belgio 10, e i prescelti coopereranno insieme per dare sollievo a chi ha bisogno.

Per aderire al programma EU Aid Volunteers è necessario inviare la candidatura online, e sarà possibile farlo già dall’anno prossimo. Ogni progetto ha una scadenza diversa, e varia secondo la tipologia di aiuto offerto, per un periodo che può durare da poche settimane a qualche anno. Inoltre, i volontari parteciperanno a un corso di formazione che li aiuterà a prepararsi in base alle richieste del progetto da affrontare, per dare un contributo migliore alle popolazioni in difficoltà. Una gran bella iniziativa, un’esperienza di grande valore umano  che arricchisce e dona un sorriso a chi soffre, ma che invita i giovani a sentirsi parte di un’Europa che crede nell’amore e nella solidarietà.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!