Iscriviti

Reddito di cittadinanza, più facile ottenerlo: necessario Isee corrente

Con la richiesta dell'Isee corrente, chi ha perso il lavoro potrà fare più agevolmente richiesta del reddito di cittadinanza. Necessario richiedere Rdc Isee e identità digitale Spid.

Lavoro
Pubblicato il 14 ottobre 2019, alle ore 09:54

Mi piace
10
0
Reddito di cittadinanza, più facile ottenerlo: necessario Isee corrente

Il reddito di cittadinanza 2020 può essere già richiesto. Per fare richiesta del sussidio economico è necessario calcolare la situazione economica mediante l’Isee corrente. La possibilità di richiedere l’Isee corrente già da ora permetterà di allargare la platea dei beneficiari del sussidio economico. Il modulo di richiesta dell’Isee corrente è già disponibile sul sito del Ministero del Lavoro.

Tale modello potrà essere richiesto per interruzione o riduzione dell’attività lavorativa o risoluzione del rapporto di lavoro in caso di contratto a tempo indeterminato. La domanda per il reddito di cittadinanza potrà essere presentata telematicamente attraverso il sito internet redditodicittadinzana.gov.it, dove è disponibile il modello della domanda di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.

Per procedere alla compilazione del modello di domanda è necessario essere in possesso del modello Isee e dell’identità digitale Spid. È da precisare che nel caso in cui uno o più componenti del nucleo familiare svolgano attività lavorativa, avviata durante il periodo di riferimento dell’Isee o successivamente ad esso si consiglia di scaricare e compilare un modello per ciascun componente, oltre alla Domanda di Reddito di cittadinanza / Pensione di cittadinanza.

Le informazioni contenute nella domanda del Reddito di cittadinanza saranno comunicate all’INPS entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta. L’INPS valuterà la domanda e, in caso di esito positivo, riconoscerà il beneficio che sarà erogato attraverso un’apposita carta di pagamento elettronica.

La carta consentirà di effettuare prelievi (nel limite massimo previsto), pagare affitto o mutuo, pagare bollette di luce, gas e servizi come le mense scolastiche. Inoltre la carta consentirà di acquistare beni di consumo e servizi quali alimenti, vestiti, scarpe, ecc. Non sarà consentito, invece, acquistare: gioielli, pellicce, armi, materiale pornografico e beni e servizi per adulti; servizi finanziari e creditizi; servizi assicurativi, beni e servizi nei negozi online, ne tantomeno potrà essere utilizzata all’estero. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Ai beneficiari della Carta sono estese le agevolazioni relative alle tariffe elettriche e alle tariffe per la fornitura di gas naturale. L'importo della carta dovrà essere speso entro il mese successivo a quello di erogazione, pena sottrazione del 20% dell'importo erogato (su ogni 100 euro saranno detratti 20 euro). Fanno eccezione gli importi ricevuti a titolo di arretrati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!