Iscriviti

Navigator: blocco assunzioni in Campania

De Luca blocca 471 contratti a tempo determinato, non firmando la convenzione con l'Ente dell'Anpal Servizi. Le altre regioni a non aver firmato sono la Basilicata e la Lombardia, oltre a Trento e Bolzano.

Lavoro
Pubblicato il 22 luglio 2019, alle ore 23:09

Mi piace
11
0
Navigator: blocco assunzioni in Campania

Sono iniziate, in quasi tutte le regioni, lo scorso venerdì 19 luglio e proseguiranno sino al prossimo 24 luglio le firme del contratto di lavoro dei navigator selezionati. Tra le regioni che non hanno firmato la convenzione con l’ente Anpal (pre-requisito essenziale per poter procedere all’assunzione dei navigator) c’è la regione Campania.

Per il momento in tale regione non ci saranno assunzioni; ciò è dovuto al fatto che il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca non ha firmato la convenzione con l’ente Anapal, bloccando in tal modo le assunzioni dei 471 navigator vincitori di concorso. Tale rifiuto ha fin da subito provocato la dura reazione dell’assessore al Lavoro di Napoli Monica Buonanno.

Oggi 22 luglio i navigator della regione Campania sono scesi in piazza, con il sostegno dei rappresentanti locali del Movimento 5 Stelle, per protestare. Insieme alla regione Campania, non hanno ancora firmato la convenzione con l’ente Anpal le regioni Basilicata Lombardia – la quale dovrebbe però firmare nei prossimi giorni – oltre alle province autonome di Trento e Bolzano.

La regione Campania risulta essere quella in cui è richiesto il maggior numero della nuova figura professionale del navigator, il quale ha il compito di facilitare l’incontro tra i beneficiari del Reddito di cittadinanza e le aziende che sono alla ricerca di personale. Il numero più elevato di navigator nella regione Campania dovrebbe andare alla provincia di Napoli (274), alla provincia di Caserta dovrebbero andare 80 navigator, 77 a Salerno, 24 ad Avellino e 16 a Benevento.

Contro il volere del presidente De Luca ci sono i consiglieri regionali M5S Valeria Ciarambino e Gennaro Saiello; per questi ultimi l’assunzione dei navigator significherebbe dar vita anche in Campania ad un’ importante riforma del lavoro. Far ripartire i navigator significherebbe far ripartire l’occupazione e l’economia.

L’operatività dei navigator, per tutte le regioni che hanno firmato la convenzione, dovrebbe essere attiva per la fine del mese di agosto. Nei giorni del 29,30 e 31 luglio 2019 i navigator seguiranno dei corsi di orientamento motivazionale nelle città di Roma, Palermo e Cagliari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Dopo il periodo di formazione, i navigato essi saranno assegnati ai rispettivi centri per l’impiego regionali, per poter iniziare a supportare i beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno sottoscritto il patto per il lavoro, nella ricerca di un impiego. Inoltre, è previsto per loro anche un percorso articolato in sedici moduli formativi sul lavoro (per un totale di 200 ore).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!