Iscriviti

Movimento di Lotta dei Disoccupati 7 Novembre: un centinaio fuori la sede dell’Inps

Da lunedì 16 fino a lunedì 23 settembre a Napoli, come in altre città, ci sarà l'iniziativa del Movimento di lotta dei disoccupati 7 novembre: tra le richieste più importanti l'incontro interistituzionale con il Mise/Inps/Enti Locali.

Lavoro
Pubblicato il 17 settembre 2019, alle ore 09:44

Mi piace
3
0
Movimento di Lotta dei Disoccupati 7 Novembre: un centinaio fuori la sede dell’Inps

Sono stati oltre un centinaio i disoccupati fuori la sede dell’Inps che hanno esposto uno striscione. Nel corso della manifestazione sono stati accesi dei fumogeni fuori dalla sede dell’Inps, in via De Gasperi, nella città di Napoli. Infatti bisogna sottolineare che “Il Movimento di lotta per il lavoro-Disoccupati 7 Novembre” si è accordato con altri comitati di disoccupati per un’iniziativa importante.

Nella mattinata di lunedì 16 settembre ha avuto inizio la campagna “Nazionale” che ha l’obiettivo di coinvolgere tante città, partendo dal centro-sud nel corso di questa settimana. Nella stessa giornata anche a Palermo, un gruppo di disoccupati ha occupato la sede dell’Inps con le medesime richieste.

Una settimana importante

Il Movimento chiede delle risposte effettive sul lavoro ed è per questo motivo che, fino a lunedì prossimo 23 settembre, il Movimento di lotta per il Lavoro-Disoccupati 7 Novembre si è coordinato con altre realtà per effettuare delle azioni di lotta fuori da tutte le sedi dell’Inps: lo stesso discorso vale per i centri per l’impiego. Tra le città maggiormente coinvolte in questa iniziativa, spiccano Napoli, Perugia, Messina, Palermo, Catania, Cosenza e Roma.

Ci sarà un incontro tra il Movimento di lotta per il Lavoro – Disoccupati 7 Novembre e il presidente dell’Inps. Tra le richieste principali, quella di avere un incontro interistituzionale con il Mise/Inps/Enti Locali per discutere di alcune tematiche importanti con l’intento di avere una svolta. Una delle risposte attesa è quella riguardante i vincoli del reddito di cittadinanza, i patti per il lavoro, il salario minimo e i progetti di pubblica utilità.

Questo è il post con il quale si intende quanto sia importante avere maggiore dignità: “Lavoro o non lavoro dobbiamo campare, salario medio garantito, no al ricatto lavoro salute, lavori di pubblica necessità”. Inoltre tra le richieste principali, si devono notare anche la necessità di allargare la platea del reddito di cittadinanza e la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Si tratta di una settimana importante ricca di iniziative. Bisogna sottolineare che il Movimento Di Lotta Dei Disoccupati 7 Novembre dimostra di essere uno dei più attivi e c'è la necessità di allargare la platea che può accedere al reddito di cittadinanza, senza dimenticare l'importanza di un salario minimo garantito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!