Iscriviti

Concorso Regione Campania, le tre fasi di selezione: si inizia con il test di 80 domande

Si inizia con la prova preselettiva, che sarà comune ai differenti profili professionali e consisterà in un test di 80 domande, per le quali non è previsto un punteggio minimo.

Lavoro
Pubblicato il 16 luglio 2019, alle ore 10:36

Mi piace
9
0
Concorso Regione Campania, le tre fasi di selezione: si inizia con il test di 80 domande

Lo scorso 9 luglio, sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando di Concorso della Regione Campania, finalizzato all’assunzione di 2175 unità di personale (nello specifico 1.225 diplomati/istruttori e 950 laureati/funzionari). Il termine ultimo per l’inoltro della domanda è previsto per le 23:59 dell’8 agosto 2019.

La data di presentazione online della domanda sarà certificata dalla ricevuta elettronica rilasciata. In caso di più invii, si terrà conto della domanda inviata in ordine di tempo per ultima. Il concorso sarà espletato in più fasi e prenderà inizio con la prova preselettiva; a seguire ci sarà una prova scritta, una fase di formazione e rafforzamento e una prova orale.

La prova preselettiva sarà comune ai differenti profili professionali e consisterà in un test di 80 domande a risposta multipla, di cui 50 domande saranno di carattere logico-deduttiva e di ragionamento. Le altre 30 domande si baseranno su argomenti di diritto costituzionale, amministrativo, regionale, sugli enti locali e sulla disciplina del lavoro pubblico.

Punteggio e prove

Ogni risposta data in modo corretto varrà un punto, meno 0,33 punti per le risposte non corrette. Va precisato che, prima dello svolgimento della prova, non sarà prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti. I candidati che supereranno la prova preselettiva (non è previsto un punteggio minimo per poterla superare) avranno accesso alla prova selettiva scritta, la quale prevede un punteggio minimo di 21/30 per essere superata.

La prova scritta sarà costituita da un test di 60 domande a risposta multipla attinenti al profilo professionale scelto. I candidati che supereranno la prova scritta, secondo un ordine di graduatoria saranno ammessi alla fase di formazione e rafforzamento della durata complessiva di 10 mesi, distinta per i profili professionali. Tale fase formativa prevederà una valutazione finale. Alla prova orale saranno ammessi soltanto i candidati che avranno superato la verifica finale della fase di formazione e rafforzamento. La prova orale prevederà un colloquio orale sulle materie oggetto del bando. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - All’esito positivo della prova orale, la commissione esaminatrice redigerà la graduatoria di merito, effettuando la somma dei punteggi conseguiti nella prova scritta, nella valutazione dell’attività formativa e nella prova orale. I primi classificati nell'ambito delle graduatorie definitive di merito relative ai profili messi a concorso, saranno nominati vincitori e assegnati alle amministrazioni interessate per l’assunzione a tempo indeterminato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!