Iscriviti

Bonus braccianti agricoli 2021: quando fare domanda all’Inps

Tutte le info sul bonus braccianti agricoli 2021 previsto dal decreto sostegni bis per i lavoratori a tempo determinato. Nel dettaglio i requisiti per richiedere il bonus.

Lavoro
Pubblicato il 9 giugno 2021, alle ore 18:25

Mi piace
5
0
Bonus braccianti agricoli 2021: quando fare domanda all’Inps

Tra gli aiuti economici previsti dal decreto Sostegni Bis dl 73/2021 (entrato in vigore lo scorso 26 maggio 2021) vi è il bonus uno “tantum” di 800 euro per i lavoratori del settore agricoli (il bonus sale a 950 euro per i pescatori e a 1600 euro per le altre categorie di lavoratori come ad esempio gli stagionali del settore turistico, o i lavoratori intermittenti). Dal prossimo lunedì 7 giugno, l’Inps con molta probabilità attiverà la finestra per poter procedere all’inoltro della domanda telematica (la data effettiva ancora non è stata confermata.

L’istituto di previdenza ha già chiarito i requisiti per poter presentare l’istanza ovvero:aver svolto almeno 50 giornate di lavoro nel 2020,non essere titolari di pensione, né tanto meno del reddito di emergenza e di cittadinanza,inoltre, i braccianti agricoli, al momento, non dovranno avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Le domande potranno essere inoltrate sino al prossimo 30 giugno, salvo proroghe. Per poter inviare la domanda sarà necessario essere in possesso delle credenziali personali quali vecchio pin dispositivo, del Sistema Pubblico d’Identità Digitale o della Carta d’identità elettronica. Pertanto, chi non è ancora in possesso delle credenziali dello Spid, costituite da email e password potrà richiederle presso uno dei gestori accreditati (come ad esempio, poste italiane o tramite Poste.id).

Ricordiamo, che i braccianti a breve riceveranno la disoccupazione agricola, ovvero l’indennità pagata dall’Inps ai lavoratori agricoli dipendenti e alle figure a questi equiparate, che restano senza lavoro cause indipendenti dalla propria volontà. I pagamenti della disoccupazione agricola partiranno a breve.

L’importo della disoccupazione sarà differente a secondo del numero di giornate lavorate. Essa spetta alle seguenti categorie di lavoratori:operai agricoli a tempo indeterminato;operati agricoli a tempo determinatopiccoli coltivatori diretti che integrano volontariamente fino a 51 i giorni di iscrizione negli elenchi nominativi.;compartecipanti familiari;piccoli coloni. L’importo dell’indennità di disoccupazione agricola spettante per il 2020 sarà pari:- al 40% della retribuzione di riferimento, per gli operai con contratto di lavoro a tempo determinato;- al 30% della retribuzione di riferimento, per gli operai con contratto di lavoro a tempo indeterminato

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Nuovi bonus stanziati dal Decreto Sostegni Bis, un aiuto anche alle categorie di lavoratori che permettono di portare ogni giorno cibi in tavola. Il bonus si tratta di un’indennità una tantum (cioè pagata solo una volta, per una sola mensilità) riservata agli operai agricoli a tempo determinato. Presto saranno inviate le domande.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!